• Calendario/Archivio

  • aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    Win for Life

    Posted on mercoledì 23 settembre 2009

    Non sarà certo co­me vincere in un sol botto 148 milioni di euro, com’è successo al superfortunato di Bagnone. Non si diventerà d’un colpo Pa­peron de’ Paperoni ma vuoi mettere intascare una rendita mensile fissa di 4 mila euro net­ti per vent’anni? Come avere trovato, da un giorno all’altro, un lavoro molto ben retribuito senza dover lavorare, una som­metta sicura e di tutto rispetto. Ecco che cosa succederà da lu­nedì prossimo ai vincitori del nuovo gioco di Sisal, «Vinci per la vita» (detto anche Win for li­fe ), studiato in collaborazione coi Monopoli di Stato, sia per offrire ai giocatori un prodotto diverso dal Gratta e vinci o dal­lo stesso Superenalotto, più fa­cile, «immediato, che coinvol­ge di più il giocatore – spiega il direttore delle strategie dei Monopoli, Antonio Tagliaferri – e che non fa perdere la testa, non fa impazzire, un gioco sicu­ro e responsabile», sia per ri­spondere alle indicazioni del governo, continua Tagliaferri, «per sostenere lo sforzo del Pae­se per la ricostruzione in Abruz­zo».

    L’introito erariale (23 per cento di ogni euro giocato), in­fatti, andrà alla raccolta fondi per aiutare le popolazioni terre­motate. Il 65 per cento al monte­premi, l’8 alle ricevitorie, il re­sto lo incassa Sisal. Ecco come funziona Win for life: da lunedì 28 settembre, tut­ti i giorni, dalle 8 alle 20, ci sarà un’estrazione ogni ora. In una qualunque ricevitoria si potran­no giocare, su una schedina spe­cifica, dieci numeri su venti. Il sistema assegnerà al giocatore anche un «numerone», una sor­ta di superjolly. Giocando un euro, se si indovinano tutti e dieci i numeri oltre al numero­ne, si vincerà la rendita. Quat­tro mila euro al mese «spalma­ti» su vent’anni fanno quasi un milione di euro (per la precisio­ne 960 mila), che saranno netti, non indicizzati al costo della vi­ta ma trasmissibili agli eredi. Una probabilità su tre milioni e mezzo, quella di prendere la rendita, ma vincere al Superena­lotto, per fare un esempio, è 200 volte più difficile, e anche centrare i numeri giusti al Lot­to, che gioca su 90 numeri e non su 20.

    Giocando poi due euro, inve­ce di uno soltanto, le probabili­tà raddoppiano. Inoltre, ci sa­ranno altre quattro categorie di vincita, 10 mila euro a chi indo­vina i 10 numeri senza il nume­rone, 100 a chi ne indovina 9, 10 euro per 8 numeri e 2 euro per 7. I numeri vincenti si po­tranno subito vedere in diretta sugli schermi del Sisaltv, il ca­nale visibile nelle ricevitorie, ma anche sui siti internet si­sal.it e giochinumerici.info. E comunque potranno essere con­trollati in ogni momento sui ter­minali Sisal. «Nel primo semestre del 2009 cresciamo del 32,6 per cen­to», sottolinea l’amministrato­re delegato di Sisal Emilio Petro­ne, e assicura che su questa cre­scita non ha influito il jackpot della supervincita di agosto, «perché a giugno il montepre­mi era ancora abbastanza nella norma». Quanto alla crisi, che farebbe giocare di più, Petrone ribatte che «è soltanto una cre­denza popolare. In realtà anche il settore del gioco ha subìto una frenata, noi ce ne accorgia­mo già alla terza settimana del mese, quando le giocate dimi­nuiscono. Quanto a noi, venia­mo premiati dal fatto che abbia­mo molto investito, allargando la rete di distribuzione».

    Mariolina Iossa per il Corriere.it

    MpL Comunicazione @ 10:12
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com