• Calendario/Archivio

  • settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  
    Virus recessione. In Abruzzo immettere liquidità

    Posted on mercoledì 2 settembre 2020

    🎯l’estate è agli sgoccioli, si prepara un autunno duro anche per l’Abruzzo. La Regione soffre in maniera particolare la recessione per via della forte riduzione dell’export, oltre che per la generale caduta di attività di diversi settori importanti (turismo, costruzioni, servizi alla persona, ecc.);

     Il PIL regionale perderà almeno 3MLD di euro nel 2020 (-9%), l’export il 17%, gli investimenti segneranno -13%. In autunno conteremo 26mila disoccupati in più, aumenteranno diseguaglianze sociali e povertà;

     #AgireSubito avrebbe dovuto essere essere l’hastag delle ultime settimane, insieme ad #AgireBene. Il dibattito politico appare spesso surreale, concentrato su misure del tutto marginali spacciate come salvifiche o su visioni di lungo periodo (come l’onnipresente alta velocità che mai si farà). Tutte le energie dovevano e dovrebbero essere concentrate sull’obiettivo prioritario di immettere liquidità nel sistema: Regione, Comuni, enti pubblici, singoli dirigenti, tutti possono accelerare le procedure di spesa e far arrivare soldi veri alle imprese ed alle famiglie;

    🎯 Spendere e spendere bene. E’ l’unico modo per evitare il fallimento di centinaia di imprese e contenere i licenziamenti. Le cose da fare sono complementari alle misure del Governo centrale, restando in attesa delle risorse del Recovery Fund che non arriveranno prima del 2021:
    1)sbloccare i cantieri e spendere le risorse regionali per cassa. Non definanziare ma accelerare;
    2)spendere di più e meglio le risorse europee migliorando la molto discutibile assistenza tecnica;
    3)valorizzare le società regionali, molto più veloci nella spesa dei vari dipartimenti;
    4)informare le imprese ed assisterle nelle opportunità in essere;
    5)aiutare i comuni nella progettazione e nel cofinanziamento dei bandi di varia fonte;
    6)avviare un fondo sovrano per ricapitalizzare le imprese in crisi di liquidità e trasformare i debiti in capitale di rischio;
    7)assistere le imprese per aumentare l’export verso nuovi mercati del far east, soprattutto Cina;
    8)accelerare la crescita delle filiere in controtendenza, ovvero che crescono nonostante la crisi: agroalimentare e farmaceutica;

    🎯 Occorre invitare le famiglie a comprare prodotti abruzzesi ed italiani. Diffondere ottimismo. L’incertezza frena i consumi e le decisioni di investimento delle imprese. Se ci sarà una “seconda ondata” si gestirà, ma parlarne in maniera ossessiva deprime ancora di più l’economia e spinge le famiglie a non spendere per paura del futuro! La paura distrugge, la fiducia costruisce. Occorrono però meno azioni estemporanee, maggiore lungimiranza strategica e migliore capacità tecnica.

    MpL Comunicazione @ 20:58
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com