• Calendario/Archivio

  • settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  
    Verini su Fontana

    Posted on mercoledì 19 gennaio 2011

    “Abbiamo l’impressione che ci sia un chiarissimo intento di rallentare la ricostruzione da parte della Struttura tecnica di missione che, proponendo un modello burocraticamente abnorme, di fatto strozza ogni processo”. Enrico Verini  attacca in maniera liquidatoria la Stm. Chiede che il consiglio comunale non si avvalga più della struttura di missione e di crearne una propria, efficiente e qualificata, in sintonia con le esigenze del territorio.

    La proposta di Verini è sottoscritta anche dai consiglieri Angelo Mancini (Idv) ed Enrico Perilli (Prc). “Vogliamo elaborare un nuovo modello di governance che restituisca al Comune il primato e le responsabilità che gli competono. E’ una rottura col sistema che fino ad oggi ha regolato la non-ricostruzione della nostra città – ha detto Verini – La ricostruzione è bloccata e la causa è proprio il sistema commissariale che è nato come un anello di congiunzione tra il comune e lo stato, ma che di fatto non esercita questo ruolo, appesantendo un processo già fin troppo lento. Ricordo che, in base a quanto previsto dalle ordinanze, la struttura, diretta dell’architetto Gaetano Fontana, puo’, su richiesta, coadiuvare il Comune dell’Aquila e gli altri comuni colpiti dal sisma nelle attivita’ di ripianificazione e ricostruzione. Ora –ha proseguito Verini – se guardiamo all’attivita’ svolta dalla Stm, vediamo come le linee guida elaborate nel marzo scorso, appaiano ampiamente lacunose e ostative, di fatto, rispetto alla ricostruzione, che resta impantanata in un apparato abnorme improntato al principio della burocratizzazione piuttosto che a quello dell’efficienza. L’attività della Stm avrebbe dovuto svolgersi in collaborazione con le istituzioni conivolte nel processo di ricostruzione, ma così non è stato, anzi, abbiamo avuto l’impressione di un’oggettiva distanza di Gaetano Fontana rispetto alla nostra città, una distanza che si è manifestata con una totale assenza di dialogo col consiglio comunale. Fontana è nel suo splendido isolamento, non c’è mai stato dialogo per la creazione di un sistema condiviso. Con questa delibera – ha concluso Verini – chiediamo di poter avere un’interlocuzione diretta con lo stato senza dover passare per un livello intermedio commissariale. Chiediamo inoltre alla Provincia di intervenire per creare un masterplan di tutto il cratere ”.

    MpL Comunicazione @ 14:06
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com