• Calendario/Archivio

  • dicembre: 2019
    L M M G V S D
    « Nov    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
    Verini commenta

    Posted on martedì 30 settembre 2008

    Antonio Verini commenta l’interrogazione a sua firma sulla gestione Marzetti (ASL dell’Aquila). L’interrogazione è stata inviata per conoscenza alla procura della Repubblica ed alla Corte dei Conti:
    "Sono mesi che cerco di ottenere risposte sulla gestione della Asl dell’Aquila. Dopo le molte interrogazioni alla Giunta regionale, tutte senza riscontro, sulla Sanità aquilana  è scesa una cappa di silenzio. Di fatto ne risulta impedita la prerogativa di esercitare i poteri ispettivi da parte del Consiglio regionale.  Di fronte a tale assoluta omertà, non posso che inviare alla Magistratura le mie interrogazioni, sperando che ottengano finalmente risposta….


    La Sanità abruzzese attraversa un momento difficile, nel contesto di una grave vicenda giudiziaria e di una pesante situazione debitoria che ha comportato, com’è noto, il commissariamento dell’Ente Regione per almeno un biennio. Certamente  esistono straordinarie professionalità ed  ospedali eccellenti.  Ma la malattia del sistema sanitario è profonda. Il modo disordinato col quale la Regione  ha usato l’autonomia ottenuta nella gestione della salute è indice di  un caos anarchico dentro il quale è successo e può succedere di tutto. Un caos pagato dai cittadini in termini di servizi costosi e scadenti, perché inquinati dalla malapolitica.


    Nell’interrogazione chiedo tra l’altro di sapere se  è vero che la Asl aquilana  non ha ancora consegnato il budget per l’anno 2008, documento obbligatorio per legge e  fondamentale per la programmazione della spesa, di responsabilizzazione della dirigenza  e di trasparenza gestionale ed amministrativa.  Chiedo se è vero che i  ricoveri all’Ospedale assorbono più del  60% della spesa, mentre  i restanti  servizi sul territorio meno del  40%, ovvero esattamente il contrario di quanto prevedono i documenti di programmazione regionale. Consegnare il budget 2008 in ritardo, quindi, potrebbe essere una maniera per realizzare una gestione discrezionale  delle risorse materiali e del personale (ad es., procedere nell’assunzione di  infermieri  senza ricorrere alle agenzie di lavoro;  boicottare l’accreditamento Sanatrix e dei suoi ginecologi per favorirne la svendita; lanciarsi in operazioni discrezionali ed opache come la realizzazione di parcheggi a pagamento; ecc.). Chiedo poi  se è vero che a tre anni di distanza non sono state ancora del tutto realizzate le prescrizioni dei Vigili del Fuoco in materia di sicurezza, il che esporrebbe il nostro ospedale a rischio di accreditamento con gravi ripercussioni sulla Facoltà di Medicina.  Chiedo poi per l’ennesima volta di sapere se è vero che i  lavori per ampliamento di opere e servizi di “manutenzione” sono stati in realtà realizzati con i fondi destinati alle attività assistenziali ordinarie.


    Osservo incidentalmente che nessuna risposta ho sinora ottenuto sui  titoli e sulle esperienze professionali maturate dalla Sig.ra Sabrina Di Pietro, nominata direttore amministrativo della ASL dell’Aquila. Ho chiesto da mesi di  acquisirne e valutarne il curriculum, nonché di sapere presso quale organizzazione, pubblica o privata,  abbia maturato l’esperienza e le capacità gestionali necessarie a ricoprire un ruolo così delicato e complesso.


    In definitiva, la vicenda Del Turco, così come descritta dal  Magistrato,  dimostra che per  anni sono saltate le regole, e per anni sono saltati pure i controlli. Occorre ora dare voce ad un’aspirazione diffusa:  fare chiarezza negli angoli bui dell’amministrazione regionale. E per questo occorre una pulizia profonda, mentre invece tutto sembra procedere secondo il brutto andazzo del passato".


    On.le Antonio Verini – Consigliere regionale

    MpL Comunicazione @ 14:40
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *