• Calendario/Archivio

  • aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    Tornate a casa

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    Non c’è l’obbligo di rientrare nelle case dichiarate agibili, ma tra quindici giorni, chi non rientrerà nella propria casa agibile, dovrà arrangiarsi a proprie spese. Ed è, quindi, un obbligo “indotto”. Le case teoricamente agibili, fino all’ordinanza di rientro, sono circa ventimila (categoria A) e altre diecimila lo saranno con piccoli lavori (categoria B), mentre ufficialmente, con l’ultimo elenco di 518 unità, il sesto, i fabbricati che, in seguito alle verifiche, hanno ottenuto esito “A”, nei quali si è autorizzati a rientrare, sono diventati più di tremila. La gente, però, ha ancora paura e vorrebbe restare negli alberghi. «Prima o poi si deve tornare alla normalità» commenta il presidente della Regione, Gianni Chiodi. «L’importante è che sia possibile fare i piccoli lavori – aggiunge il sindaco Massimo Cialente -. Non si capisce, infatti, se ci sono i soldi per rimettere a posto le cosiddette “case “A”, abitazioni che sono state danneggiate dal terremoto, con crepe profonde e mura a pezzi». Il discorso è diverso, invece, per quanto riguarda le case extra, ovvero quelle agibili che possono essere affittate. «L’assegnazione avverrà, prioritariamente, nel rispetto di due criteri – annuncia il sindaco -: chi è attivo sul lavoro nel capoluogo e chi iscrive i figli nelle scuole aquilane. E sul canone di affitto delle case sfitte, voglio far capire alla Protezione civile che è conveniente aumentare la somma da 400 euro mensili (monolocale di 30 metri quadrati con due posti letto) a 800, incentivando i proprietari ad affittare perché una famiglia di sfollati in albergo ne costa seimila al mese». Cialente torna anche sull’autonoma sistemazione, terreno di scontro, almeno sul presunto numero “gonfiato” di richiedenti (13.000 nuclei familiari che, considerando mediamente tre persone per nucleo, porterebbe a circa quarantamila persone), con il direttore generale del Comune, Massimiliano Cordeschi, il quale, secondo il sindaco, «questa volta, l’avrebbe fatta davvero grossa, e, quindi…». «Lo scandalo non è l’autonoma sistemazione – afferma -, lo scandalo non è rappresentato da chi, autonomamente, trova casa nell’hinterland della città e, quindi, abbandonerà gli alberghi. Faccio mio lo slogan che gira nelle tendopoli: “Non vogliamo un euro in più, nè un euro in meno”. Provvederò all’elaborazione di dati precisi, non empirici come quelli sfornati dal city manager. Gli aquilani non sono imbroglioni, ma voglio ricordare che l’indennizzo mensile viene concesso in base a un’autocertificazione che, se risulterà non veritiera, porterà alla denuncia del richiedente».
    E a proposito degli sfollati sulla costa, si registra l’intervento di un albergatore di Tortoreto, Sabatino Casini, che, dopo una riunione con i colleghi sulla richiesta di aumento del 15 per cento rispetto ai 38 euro al giorno per gli alberghi fino a 2 stelle e ai 48 euro per quelli fino a 4 stelle, dice: «È vergognoso, questa non è solidarietà, ma business. Sulla costa ci sono 150.000 posti letto, ne servono appena 30.000 per gli sfollati, ma stiamo cercando di spuntare aumenti quando, a giugno dello scorso anno, molti albergatori accettavano prenotazioni di comitive di anziani a 35 euro al giorno. Adesso, grazie alla Protezione civile, sono riusciti a pagare la rata del mutuo e non si accontentano». Nel decreto sull’emergenza Abruzzo, infine, sono stati stanziati i fondi per la ricostruzione del fabbricato che si trova nella parte alta del complesso sanitario di Collemaggio. Pertanto, seguendo un percorso che l’amministrazione comunale ha attivato da tempo, si continuerà a lavorare per la realizzazione di un “villaggio culturale” nella zona di Collemaggio, con auditorium e centro congressi. Sempre nell’ottica di rilanciare la cultura cittadina si sta per individuare il sito dove realizzare un teatro tenda.
    C.F. (ilmessaggero.it)

    MpL Comunicazione @ 15:38
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com