• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2019
    L M M G V S D
    « Set    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Teramo-Mare, grave incidente

    Posted on martedì 30 luglio 2013

    Terribile incidente  ieri sera poco prima delle 22.30 lungo la Teramo-Mare, una strada a 4 corsie priva di corsie di emergenza.  Nel tratto di strada che da Sant’Atto va a San Nicolò, in direzione Teramo, un camion frigo ha travolto un’auto ferma in mezzo alla carreggiata, andando a finire in una scarpata. Il tir ha preso fuoco e per il conducente, un giovane di 28 anni, non c’è stato nulla da fare.

    Il ragazzo di chiamava Antonio Fiorito ed era originario di Cosenza. Il suo cadavere è stato ritrovato  carbonizzato e sepolto sotto quintali di pollame, che stava trasportando con il suo mezzo.  Secondo una prima ricostruzione l’auto, un’Alfa 166, era ferma in mezzo alla carreggiata, in una strada veloce che però che non ha corsie di emergenza.

    Dopo l’impatto, l’autista del tir, un Volvo a tre assi, ha perso il controllo del camion sfondando le protezioni e finendo in una scarpata.

    Il mezzo ha preso fuoco e l’autista è volato fuori dall’abitacolo per finire tra le fiamme. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Teramo con 4 mezzi e diverse ambulanze del 118.

    Cosa stesse facendo l’auto al centro della strada e ferma non è stato ancora chiarito: i due giovani rumeni a bordo,  destinatari di un provvedimento di allontanamento, hanno giustificato l’improvvisa blocco dell’auto con un’avaria ma in molti credono che stessero invece organizzando un trasbordo di refurtiva su un altro mezzo. Gli agenti della Polstrada hanno trovato vicino all’auto pacchi contenenti computer rubati da un’azienda del posto. Sull’incidente il pm Laura Colica ha aperto un fascicolo, mentre la salma della vittima è stata composta presso l’obitorio dell’ospedale di Teramo.

    Successivamente si è appreso dalla Questura di Teramo che i romeni presenti al momento dell’incidente erano tre: due fuori dall’auto investita dal tir e uno alla sua guida. Quest’ultimo ha riportato lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. La polizia Stradale ha proceduto al sequestro di entrambi i veicoli.

    Ai romeni verranno contestati la mancata apposizione del triangolo di segnalazione di pericolo e il non avere indossato i previsti giubbini rifrangenti.

     

    MpL Comunicazione @ 06:22
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *