• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Set    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
    Srour: stata avviata la riforma dell’acqua

    Posted on giovedì 31 agosto 2006

    presentato lo schema di convenzione tipo sulla gestione dell’acqua

    Dopo i disservizi, lo scandalo denunciato dalla stampa nazionale sul "partito dell’acqua" in Abruzzo, scende in campo l’Assessore Srour, che ha presentato lo schema di convenzione tipo per la gestione dell’acqua. "Con questo atto si chiude con il passato e comincia il futuro  del sistema idrico integrato in Abruzzo" – da hetto Srour, annunciando l’adozione dello schema di  convenzione tipo per la gestione dell’acqua, che riguarderà sia gli Ato  (enti di programmazione e controllo) sia gli enti di gestione.  Secondo l’assessore, la decisione della giunta regionale "dovrebbe comunque contribuire ad abbassare i costi della politica, cioè  quelli relativi al funzionamento degli organi che si occupano dell’acqua:  già questo ci potrebbe consentire di abbassare lievemente la tariffa  idrica, in quanto si introduce un massimo di compenso per i membri degli organi, della cui eccedenza si faranno carico i Comuni consorziati e non  più i consumatori nella bolletta". 

    Srour ha ricordato che il costo medio in Abruzzo dell’acqua pro-capite è di 94 centesimi al metro cubo contro la media nazionale che è di 81 centesimi. La rete abruzzese, inoltre, continua ad essere afflitta da un’enorme dispersione che, tra rottura di reti e mancata fatturazione, è  del 62 per cento (i maggiori sprechi avvengono nella provincia dell’Aquila). "L’obiettivo – ha detto Srour – è quello di una tariffa unica in Abruzzo,  riportando il cittadino utente al centro dell’attenzione. Mentre sarà  attivata una Commissione di vigilanza già votata dal Consiglio regionale:  un potere di controllo nell’interesse degli utenti". 

    Secondo l’assessore con lo schema di convenzione tipo si apre il futuro del servizio idrico. "Un futuro che dovrà  necessariamente essere discusso con serenità e senza demagogia con la società abruzzese tutta, anche alla luce dell’esperienza maturata. Del  Turco è favorevole a ridurre gli Ato? Ci si può pensare, ma solo discutendone con tutti i protagonisti del sistema idrico integrato, dagli enti ai consumatori. Perché sull’acqua, un bene preziosissimo, non si può più scherzare".

    vedi i ns. precedenti interventi battendo "il partito dell’acqua" su "cerca" in fondo alla pagina

    MpL Comunicazione @ 17:38
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com