• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Splendore a Sulmona

    Posted on martedì 1 aprile 2008

    SULMONA – Intervista al candidato Sindaco de La Destra, Gaetano Splendore.

    Come nasce l’idea di mettervi in gioco con un vostro candidato sindaco  e una vostra lista , che prenda le” distanze” dal candidato sindaco del PdL?
    L’idea nasce dal forte desiderio di tagliare con il passato  per cercare di cambiare le sorti di una città bella come Sulmona. E’ ora di parlare a nome del popolo  e di smetterla di essere sudditi di questo o quel politico. E’ per questo motivo che ci discostiamo dal sostenere Fabio Federico come nostro sindaco. Nulla da ridire sulla sua persona, ma avremmo preferito che il suo nome fosse scaturito dai tanti tavoli di discussione che in questi ultimi mesi ci sono stati. Non accettiamo il fatto che siano stati i dirigenti di partito a volere il suo nome a tutti i costi. Crediamo fortemente nell’intelligenza del popolo ed è questo che ci da la forza per andare avanti.
    Quali sono i punti salienti del vostro programma e le novità dell’esecutivo?
    Il nostro programma si basa su quattro temi principali: L’efficienza della pubblica amministrazione;   valorizzazione della Cultura, del turismo e iter d’istituzione di Sulmona come provincia del Centro Abruzzo;  centralità della sanità, della famiglia e dell’ambiente; bilancio del piano commerciale e produttivo. La nostra giunta sarà composta soltanto di quattro assessori, che verranno scelti tra tutte quelle persone che vorranno mettere il loro tempo e la loro esperienza a disposizione di tutti. Non è detto che siano  già presenti nella lista. Se sarò eletto sindaco rinuncerò alla mia indennità che potrà essere utilizzata come compenso per qualsiasi giovane che  si interessi alla grave situazione cittadina . A patto che promuova progetti per risollevare le sorti del territorio.
    Ci può illustrare le tappe fondamentali delle sue linee programmatiche?
    Certamente. Credo sia necessario far funzionare la macchina pubblica, in modo da poter offrire servizi più efficienti agli utenti. La porta del sindaco deve restare sempre aperta, il cittadino deve sentirsi pienamente coinvolto in tutte le attività dell’ente. Va , sicuramente, riaperto lo sportello per il cittadino. Va garantita  ,24 h su 24,  ad ogni singolo individuo la sicurezza, aumentando il numero delle telecamere e creando il vigile di quartiere. Tramite la ricerca di finanziamenti europei e nazionali, ma anche regionali e provinciali, va diminuito il disagio giovanile. E’ necessario , in quest’ottica, difendere il difendibile, evitando ad altri di far dislocare uffici in altre zone. Credo molto nell’istituzione di Sulmona come provincia del Centro Abruzzo. Ciò porterebbe nella nostra città tutti i benefici e gli indotti che una provincia porta con sé.   In questi anni non credo  si sia sviluppato sufficientemente il filone della cultura. Sulmona è città d’arte, città dell’amore. Ed è su questo che si deve basare qualsiasi progetto di rilancio. Va creato un ente “manifestazione” che permetta di valorizzare al meglio tutti i grandi e piccoli eventi ( dal Premio di Giornalismo al Premio  Internazionale di Musica, dalla Giostra Cavalleresca a Sulmonacinema). Non vanno dimenticate le attività artistiche teatrali e artistiche dei giovani, che potrebbero certamente favorire il commercio. A supporto di questo creerò  un nuovo piano parcheggi che sia in grado di soddisfare sia i cittadini che i turisti.  La Ztl va sicuramente rivista, destinando soltanto Corso Ovidio ad Isola Pedonale.
     E ‘necessario creare itinerari turistici anche e soprattutto con le zone limitrofe, concependo Sulmona come leadership. Va patrocinato il bellissimo progetto del Parco Religioso, che è stato accantonato non si capisce per quale motivo. Va data una sede degna all’università che potrebbe essere la sede del Centro Celestiniano. L’università e il suo indotto, fatto anche di studenti fuori sede, potrebbero rilanciare la nostra economia. Nell’Abbazia Celestiniana proporrò l’istituzione di un corso per restauro. Gli artisti e gli artigiani devono avere i loro spazi a costo quasi zero, e sistemazioni idonee potrebbero  essere il complesso della SS Annunziata e quello della rotonda di San Francesco. 
    La Farmacia comunale , a mio avviso, dovrebbe fare sconti sui medicinali generici maggiori delle altre farmacie. I prezzi dei loculi devono essere accessibili a tutti, non si può , nel 2008, avere paura di morire. La gestione del cimitero va rivista, così come vanno potenziati gli asili nido. Le famiglie con disagio economico vanno sostenute. Sarà, per questo, istituita l’esenzione del reddito fino a 15000,00 € al di là della razza e della religione. Manca una squadra lavori che intervenga nell’immediato. Non si può aspettare che le nostre strade siano delle “groviere” per intervenire. Va ricreato un gruppo efficiente di intervento, creando nuovi posti di lavoro. Sulmona è , nel suo statuto, città d’arte e dei bambini. Ma nel concreto  mancano spazi per i più piccini. Va creato , con contratti di quartiere, uno spazio  polivalente in cui i bambini possano giocare, va curato il verde pubblico e vanno fatti rispettare i divieti, soprattutto ai padroni degli amici a quattro zampe. Vanno create aree per gli animali domestici , dislocate in vari punti della città.
     Le strutture pubbliche, come il palazzetto della sport, la piscina e il complesso dell’ Incoronata, vanno offerte ai giovani a prezzi sociali, essendo state costruite con i soldi pubblici. Vanno inventariati rigorosamente i beni immobili di proprietà comunale  e andare costantemente alla ricerca di soluzioni per sfruttare al meglio il patrimonio. Vanno controllate le sane amministrazioni degli enti partecipati dall’Amministrazione comunale, evitando che i loro debiti vengano risanati dalle casse municipali.
    Lei è fautore della “Lotta agli sprechi”. In che modo?
    Rinunciando al City Manager, in primis. Credo sia giusto che la sua indennità debba essere destinata ai giovani e ai precari. Abolendo tutte le consulenze a pagamento, poiché esistono bravissimi dirigenti in seno all’amministrazione , che potrebbero farle, e , voglio ricordare, che esistono ben 100 idee di rilancio per Sulmona. E’ ora di rispolverarle. Devo sottolineare, abolendo le indennità del sindaco, degli assessori comunali e di tutti consiglieri di amministrazione degli enti partecipati. Riducendo notevolmente consumi di luce, adottando nuovi sistemi di energia.
    Che cosa pensa dell’esclusione di Sulmona dalle Zone Franche Urbane?
    Ritengo sia necessario attivarsi per individuare e rimuovere tutti gli ostacoli che ci impediscono l’accesso a tali ‘benefici’, con una revisione degli indici e aggiornandoli al 2007. Non è possibile restare in silenzio.
    Il vostro slogan elettorale?
    “Idee, coraggio e coerenza”, naturalmente con appoggio popolare.
    A chi vuole fare un appello?
    A tutti i giovani, agli insoddisfatti e ai precari, perché è arrivato il momento di votare seguendo la via dei veri valori.
    Alessandra D’Aloisio

    MpL Comunicazione @ 11:00
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com