• Calendario/Archivio

  • luglio: 2020
    L M M G V S D
    « Giu    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    Segnali di crisi

    Posted on giovedì 27 marzo 2008

    BRUXELLES – Si rafforzano i “venti contrari” dell’economia mondiale ma la zona euro continua a mostrarsi resistente grazie anche all’aiuto della crescita nei mercati emergenti. E’ quanto conclude il rapporto trimestrale sull’Area euro diffuso dalla Commissione europea, che però ammette che le difficoltà della crisi economica “iniziano a toccare” la zona euro. Gli ultimi dati, si legge nel testo, sono coerenti con le previsioni economiche ad interim annunciate il 21 febbraio. La crescita del Pil delle economie della moneta unica è passata dal 2,6 per cento annuo del terzo trimestre del 2007 al 2,2 per cento del quarto trimestre, a causa soprattutto di un rallentamento del consumo privato di fronte all’impennata dei prezzi. A febbraio infatti l’inflazione ha toccato quota 3,3 per cento e le previsioni della Commissione per il 2008 indicano un rallentamento della crescita a 1,8 per cento. Il rapporto dell’esecutivo europeo analizza anche l’andamento della crescita e dell’inflazione nelle ultime decadi e conclude che le riforme dei mercati del lavoro sono riuscite ad aumentare l’occupazione, anche se poi il peso dei cambiamenti è ricaduto su quei lavoratori senza un contratto standard. “L’economia dell’area euro continua ad affrontare forti venti contrari”, ha dichiarto il commissario Ue agli Affari economci e moentari Joaquin Almunia, “inclusa una persistente incertezza sulla durata e il costo finale delle turbolenze finanziarie, il rallentamento dell’economia Usa e l’aumento dei prezzi delle materie prime”. Quindi, ha osservato il commissario europeo, “nonostante i suoi solidi fondamentali l’area euro sta iniziando ad essere toccata”.
    MpL Comunicazione @ 15:54
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com