• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2019
    L M M G V S D
    « Set    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Saldi anticipati?

    Posted on martedì 16 dicembre 2014

    Anticipare l’inizio dei saldi al 3 gennaio. Avviarli il 5 potrebbe comportare una perdita di fatturato tra i 500 e i 600 milioni di euro. A chiederlo e’ Federdistribuzione.A Quest’anno, sottolinea l’associazione in una nota, l’avvio dei saldi e’ stabilito, nella maggioranza delle Regioni, per il 5 gennaio, un lunedi’. Cio’ “in seguito anche a un indirizzo espresso dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che ha recepito una regola condivisa dagli operatori”. Tuttavia, spiega Federdistribuzione, “nel 2015 si verifica un fatto non favorevole, per gli effetti del calendario” perche’ “il lunedi’ rappresenta un elemento di penalizzazione per l’inizio delle vendite di fine stagione, in quanto potrebbe ridurre le vendite del fine settimana immediatamente precedente e farebbe partire senza la necessaria spinta i saldi stessi”, causando “la perdita di uno dei piu’ importanti fine settimana di vendita nel calendario del retail”.  I saldi invernali, secondo quanto riportato da Federdistribuzione, “sviluppano vendite per 5,5/6 miliardi di euro e il primo fine settimana ne rappresenta storicamente il 20%, quindi 1,1/1,2 miliardi”. Un avvio dei saldi invernali come quello previsto per il 2015, tra vendite perse nel weekend precedente ed avvio lento lunedi’ 5 gennaio, “potrebbe comportare una perdita di fatturato tra i 500 e i 600 milioni di euro, che rischierebbe di non essere recuperata in seguito proprio per la mancata spinta iniziale e per il perdurare della grave crisi economica”. Il tema e’ stato portato da Federdistribuzione “all’attenzione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che ha dimostrato disponibilita’ ad esaminare la questione dell’avvio delle vendite di fine stagione al 3 gennaio, in questo modo adattando la regola alle particolari condizioni di calendario e di clima economico che si sono determinate quest’anno”.

    MpL Comunicazione @ 19:50
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *