• Calendario/Archivio

  • aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Recessione

    Posted on mercoledì 28 gennaio 2009

    Non accadeva dal 1944. Dalle grandi distruzioni della guerra. Per la prima volta dal 1944, l’economia mondiale segna il meno. Recessione globale e  grande disordine sono le caratteristiche del 2009. Nel primo giorno del “World Economic Forum” di Davos le parole d’ordine sono poche e tutte preoccupanti:  rallentamento pluriennale dell’economia, mancanza di coordinamento dei principali Paesi per uscire dalla crisi, rischi di protezionismo da parte di Obama.
    Stephen Roach, presidente di Morgan Stanley per l’Asia e uno degli economisti che per primi avevano avvertito dei rischi per l’economia mondiale, non si scosta dall’analisi prevalente: «Per la prima volta dal ‘44 l’economia mondiale quest’anno si contrarrà».  Per i tre anni successivi Roach prevede a livello globale una crescita “anemica” che potrà arrivare al massimo al 2,5% annuo, la metà dei tassi di sviluppo al 5% della metà degli anni 2000.
    I Paesi emergenti non sono quindi immuni dalla crisi partita dagli Stati Uniti: l’export dell’Asia sta calando rapidamente. È quella che Martin Wolf, commentatore economico del “Financial Times”, chiama una “proto-depressione” nella quale “l’economia mondiale sta implodendo”. Meno catastrofista il cinese Justin Yifu Lin, capoeconomista della Banca mondiale. Lin riconosce che le potenze emergenti, dall’India al Brasile, dovranno frenare la loro corsa. Per lui i Paesi più poveri, specie in Africa, “saranno colpiti gravemente”. Ma il capoeconomista della Banca mondiale resta ottimista sulla Cina grazie al colossale piano di stimolo all’economia da 580 miliardi di dollari annunciato dal governo di Pechino: quel pacchetto vale il 17% del prodotto interno lordo cinese e sarà applicato nel giro di due anni. “Ciò significa che la Cina continuerà a crescere fra il 7% e l’8% l’anno e questa è una buona notizia per tutto il mondo”.

    MpL Comunicazione @ 13:30
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com