• Calendario/Archivio

  • dicembre: 2020
    L M M G V S D
    « Nov    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Province reagiscono

    Posted on mercoledì 7 settembre 2011

    Le quattro abruzzesi contestano il demagogico progetto del governo di sopprimere le Province per passare le funzioni alle Regioni e sottolineano che non e vero che le Province sono il male del Paese. Al contrario le Province sono lunico ente che hanno drasticamente ridotto le spese per il personale. A spiegare come stanno le cose sono stati i presidenti dei quattro enti, e cioe Enrico Di Giuseppantonio per Chieti, Guerino Testa per Pescara, Antonio Del Corvo per LAquila e Walter Catarra per Teramo i quali hanno lanciato congiuntamente un appello affinche vengano abolite altre realta e cioe consorzi di bonifica, consorzi dei bacini imbriferi montani e enti parco regionali mentre le competenze delle Autorita dambito territoriale in materia di servizi idrici e rifiuti e le stazioni uniche appaltanti andrebbero attribuite alle Province. Il progetto di abolizione delle Province e uno spot ha esordito Di Giuseppantonio, che e presidente dellUpa, lUnione delle Province dAbruzzo e il nostro non e un tentativo disperato di salvare le poltrone ma la consapevolezza che i nostri enti gestiscono funzioni importanti che riguardano strade, scuole,ambiente, promozione delle attivita produttive e altro. In questa fase ha proseguito dobbiamo spiegare ai cittadini cosa facciamo e spendiamo e quale utilita apportiamo alla vita della comunita. Quindi organizzeremo consigli provinciali aperti e incontri, per dire che labolizione delle Province creerebbe un vulnus. Testa ha elencato le somme tagliate dallente che presiede: Il costo del personale e passato da circa 15 milioni a circa 14, lacquisto di beni e servizi da 600mila euro a 500mila, la spesa corrente da 39 milioni e 709 mila euro a 35 milioni e 357mila. Ha anche ribadito la richiesta di tagliare gli enti inutili e di fare chiarezza istituzionale sulle funzioni degli enti perche spesso ci sono delle sovrapposizioni. Ultimamente ha fatto notare Del Corvo si e assistito al passaggio di funzioni dalla Regione e alle Province e ora si annuncia un provvedimento che va nel senso inverso. Il nostro obiettivo non e difendere dei privilegi ma invito a leggere, ad esempio, i bilanci delle societa partecipate della Regione. Le Province costano molto meno. La soppressione ha concluso Catarra e una soluzione falsa per un problema reale. Noi siamo disposti a sederci attorno ad un tavolo per parlare di riduzione dei costi ma basandoci su certezze e non sulle emozioni. E si sappia che se dovesse andare avanti il progetto di legge costituzionale ci vorrebbero dai 2 ai 4 anni e da quel momento passerebbero 7 anni di maggiori spese e di caos assoluto e totale.

    MpL Comunicazione @ 12:05
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com