• Calendario/Archivio

  • settembre 2022
    L M M G V S D
    « Gen    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Processo agli scienziati

    Posted on sabato 28 maggio 2011

    Gli occhi del mondo scientifico a livello mondiale sono puntati sullo strano processo aquilano. Da oggi in poi, un economista che prevede un rialzo di borsa (e sbaglia in buona fede) sar processato per le perdite degli investitori? Ed un meteorologo che prevede temporale (e sbaglia in buona fede) sar processato da chi voleva fare una gita? Ed un medico che prescrive una terapia (e sbaglia in buona fede) sar processato dal malato? A seguire gli umori di pancia della gente, forse, si far una effimera carriera politica, ma si rischia di sprofondare tutti nel sonno della ragione che, com’ noto, genera mostri. Ci si fermi finch si in tempo.

    Per mitigare gli effetti devastanti dei terremoti non serve la caccia agli untori. I terremoti sono fenomeni naturali non prevedibili che possono essere mitigati negli effetti. Come? Lo Stato e le Istituzioni locali dovrebbero intervenire – cosa mai fatta all’Aquila – con opportune azioni di prevenzione, informazione ed educazione della societ. Lalternativa, del tutto impraticabile, forse quella di evacuare la popolazione ad ogni sequenza? L’incredibile processo agli scienziati che si sta imbastendo all’Aquila dovrebbe almeno essere l’occasione per chiedersi allora se debba essere lanalisi scientifica a guidare lazione dello Stato o i nuovi stregoni o le voci di probabili sciagure che da sempre vengono annunciate come imminenti. Ed pure successo che quando levacuazione preventiva stata fatta, gli esperti sono stati messi sotto accusa per procurato allarme (ricordate la Garfagnana?).

    Che fare allora? Come osserva uno scienziato del calibro internazionale di Guido Visconti (http://www.mpl.it/?p=10857#more-10857) il processo alla Commissione grandi rischi mette in evidenza come sia difficile comunicare le incertezze legate alle previsioni di un evento naturale. Il Principio della Universalit della Scienza garantisce la libert di ricerca in relazione:
    1.allespressione di idee scientifiche, ipotesi e previsioni;
    2.allo sviluppo delle ricerche usando dati, esperimenti e teorie;
    3.alla comunicazione al pubblico.
    Questa libert non sempre garantita come dimostrato dal recente terremoto dellAquila: la prestigiosa International Union of Geodesy and Geophysics IUGG (http://www.iugg.org/) scrive che scioccante e inaccettabile accusare formalmente un gruppo di scienziati e membri di un comitato governativo (la Commissione grandi rischi) perch hanno fallito la previsione di un fenomeno naturale estremo. Nessuno scienziato, prosegue il comunicato, pu essere accusato per avere espresso una opinione scientifica basata sulla conoscenza disponibile, che rimane limitata. Testualmente il comunicato afferma la IUGG condanna inaccettabili interferenze nelle questioni di scienza da parte della politica o della giustizia.

    Lazione della Magistratura finisce per sviare l’attenzione dalle responsabilit vere, che sono politiche-amministrative ed in capo alle istituzioni e, inoltre, finir per de-responsabilizzare, per il timore di gravi conseguenze, gli scienziati ed i politici. E’ gi accaduto con la “medicina difensiva” da quando i parenti dei malati hanno preso l’abitudine di denunciare i medici: molti medici, proprio per timore di conseguenze penali, rimandano le scelte terapeutiche ed esagerano con gli accertamenti diagnostici (ne guadagna il malato?).

    Registriamo pure linsistenza dei media che amplificano morbosamente la voce su presunti metodi di previsione: i terremoti non sono prevedibili, e far trasparire verso cittadini impauriti che questo non vero provocher danni inimmaginabili. Il medio-evo prossimo.

    MpL Comunicazione @ 23:08
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com