• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Problema Del Turco

    Posted on sabato 25 ottobre 2008

    Le inquietanti esternazioni di Del Turco a Porta a Porta hanno suscitato polemiche al vetriolo non ancora sopite.  Al di là del merito della storia sul complotto raccontata da Ottaviano il Moralizzatore – una fiaba alla quale nessuno ha veramente creduto, a partire dal Magistrato – resta sullo sfondo un problema grave ed irrisolto. Le elezioni regionali rischiano di risultare fortemente inquinate dalle esternazioni ad orologeria dell’ex presidente.  Del Turco con il suo fare spregiudicato minaccia di irrompere a sorpresa ed a gamba tesa nella campagna elettorale, e gli obiettivi delle sue "bombe" mediatiche sono già chiari: Enrico Paolini (che a sua volta minaccia di querelare l’ex presidente), il PD di Luciano D’Alfonso, alcuni imprenditori abruzzesi di peso nazionale.  


    Ottaviano il Moralizzatore ha  accusato pesantemente esponenti del PD di intelligenza con il nemico e di  “silenzio omertoso”.  Abbiamo ascoltato esporre, senza contraddittorio,  una tesi incredibile di un complotto planetario dei Poteri Forti che, per logica conseguenza, avrebbero armato la mano di magistrati ingenui o complici o quantomeno distratti.


    La politica non può  far finta di niente dinanzi alla ripetute e gravissime esternazioni dell’ex govenatore. C’è un problema in più, oggi in Abruzzo, rappresentato da un Del Turco senza freni e che sembra voglia giocare un ruolo di condizionamento politico.  Finora la politica ha fatto finta di niente, a parte la rabbiosa reazione di Paolini che, però, non è stata confortata nemmeno da una nota ufficiale del PD.


    Un problema che il mondo politico deve affrontare. Non parliamo dell’aspetto giudiziario della vicenda. Un aspetto di competenza dei magistrati,  nei quali riponiamo fiducia,  e che certamente non riteniamo complottardi al servizio di questo o di quel Potere Forte.  Il quadro fosco e triste di questa sfortunata Regione, così come dipinto da Del Turco, chiama in causa esponenti di spicco della politica regionale  e personaggi che oggi hanno in mano il potere che lui ha tenuto fino al momento del suo arresto.  Bisogna che qualcuno scenda in campo e si assuma la responsabilità di smentire chiaramente Del Turco,  contestando punto per punto le pesanti affermazioni dell’ex governatore.  I fatti giudiziari sono altra cosa, la cui competenza resta del Magistrato, ma ci vorrà tempo per addivenire ad una sentenza definitiva. Tanto, troppo tempo. Ed intanto l’opinione pubblica abruzzese è esposta alle sassate di Del Turco, proprio in un momento delicatissimo qual’è quello della decisione di voto. 


    La politica ha degli appuntamenti da rispettare, a partire da quello importantissimo del 30 novembre, che non possono stare ai tempi della giustizia, in Italia notoriamente lentissima. Per ognuno di questi appuntamenti, Ottaviano Del Turco si sta atteggiando ad una sorta di bomba ad orologeria, pronta in ogni momento ad esplodere, lanciando schegge che possono avere effetti devastanti. Per capire il potenziale distruttivo dell’ex governatore,  basta rileggere o riascoltare quel che ha scritto e detto in questi ultimi giorni, appena dopo la revoca degli arresti domiciliari. 


    La politica non può limitarsi ad opporgli un silenzio, più o meno imbarazzato. Uno strano silenzio, da parte di quasi tutti coloro che sta chiamando in causa, si oppone alle esternazioni ad orologeria.  Ed invece bisogna rispondere, e con forza. Bisogna rileggere le motivazioni del  magistrato inquirente e bisogna leggere gli atti, cosa che quasi nessuno ha fatto. Sarebbe un gravissimo errore lasciare campo libero a Del Turco. Non parlare equivale ad omettere, ad essere in qualche modo complici, a disorientare gli abruzzesi.  Se c’è una resa di conti da fare, all’interno del PD e non solo,  si faccia. Nell’interesse dei politici ma soprattutto dell’Abruzzo.

    Piero Carducci

    MpL Comunicazione @ 11:47
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com