• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    PezzoStrumentale (ancora)

    Posted on martedì 9 giugno 2009

    Ormai la Pezzopane ha dissotterato l’ascia di guerra. Dopo la batosta elettorale, che ha portato alla quasi estinzione del PD in Abruzzo, la Presidente di lotta e di governo alza i toni ed invita alla rivolta. La Pezzopane si assumerà la responsabilità politica e morale delle strumentalizzazioni che sta portando avanti, sul terremoto e non solo sul terremoto. Oggi è la volta della Transcom: «Ci siamo rotti le scatole di questa intollerabile spregiudicatezza. Nella trattativa non può avere nessuna credibilità ed umanità un’azienda», ha detto la pasionaria Stefy, «che in un momento drammatico come questo la prima cosa che fa è licenziare tutti. Conosciamo i problemi generali della Transcom, che ha sedi in tutta Italia, e quello che appare scandalosamente evidente è che l’azienda ha preso al balzo la palla del terremoto per giustificare i suoi tagli al personale per pure logiche di profitto. Questo mentre tutta Italia si sta prodigando per le popolazioni terremotate e l’economia sta ripensando se stessa in maniera più etica dopo la profonda crisi che l’ha travolta. Ci saremmo aspettati invece anche dalle imprese una gara di solidarietà, così come hanno fatto altre categorie. Siamo stanchi di questo cinismo votato al solo denaro».  «Di Transcom si sono occupati tutti, a chiacchiere. Persino Bruno Vespa, in una puntata di Porta a Porta», ha voluto ricordare Pezzopane, «ora deve diventare realmente una vertenza nazionale. Il Governo ha strumenti adeguati per affrontare il problema. L’azienda lamenta la mancanza improvvisa di commesse. Ci piacerebbe sapere quali commesse sono venute a mancare e perché il Governo non se n’è occupato in tempo».

    Ci chiediamo dove fosse la Pezzopane quando, alcuni anni orsono, la Transcom denunciò l’eccessiva conflittualità sindacale all’Aquila, annunciando in tempi non sospetti  l’intenzione di chiudere. Ma allora governavano Prodi e Del Turco, e quindi andava tutto bene.

    Lapidario il commento del direttore della Confindustria: "Prima di risolvere la questione del lavoro precario dobbiamo risolvere la questione delle aziende precarie".  Altrimenti dall’Aquila fuggiranno tutti. Altro che "mi sono rotte le scatole"

    MpL Comunicazione @ 14:55
    Filed under: News MpL

    One thought on “PezzoStrumentale (ancora)”

    1. aquilana ha detto:

      La Sig.ra Pezzopane deve firnirla di istigare le persone solo per il suo tornaconto. Ormai gli Aquilani la conoscono molto bene. PEZZOPANE VERGOGNATI !!!!!!!!!!!!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com