• Calendario/Archivio

  • settembre 2022
    L M M G V S D
    « Gen    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Per non dimenticare -1 (il partito dell’acqua)

    Posted on sabato 12 agosto 2006

    nella rubrica "Per non dimenticare"  ricorderemo ogni mese le molte vergogne della nostra regione (il partito dell’acqua, il maxistipendio dei consiglieri, ecc. ecc.)

    Il "partito dell’acqua" non solo fa pagare un conto salato, ma gestisce pure male. Il doppio livello di programmazione e gestione creato in Abruzzo per moltiplicare cariche e prebende  non  funziona, non è in grado di gestire le relative problematiche. A fronte di un disservizio in costante crescita, si è avuto invece e si avrà in futuro un aumento del costo dell’acqua.

    Evidentemente della gestione dell’acqua in Abruzzo non si deve e non si vuole parlare. Troppo forte, diffuso e radicato, il "partito dell’acqua". Soltanto questo sito e  www.primadanoi.it  hanno denunciato con forza la mala gestione dell’acqua in Abruzzo. E come ricordato da MpL più volte, alcuni mesi orsono un articolo-bomba di "La Repubblica" si è occupato dell’argomento:

    http://www.repubblica.it/2006/a/rubriche/piccolaitalia/il-partito-dellacqua/il-partito-dellacqua.html).

    Tutte le persone oneste  si attendevano un dibattito pubblico, ed invece il pezzo di Repubblica è caduto nel più assoluto silenzio, e rapidamente sotterrato dalla stampa e dalle TV locali.  Stranezze dell’informazione in Abruzzo.  Il vergognoso impero dell’acqua ruota intorno alla costituzione di due livelli societari di gestione, l’Ato e Aca,  da cui è stato possibile elaborare un metodo, definito dall’articolo  "originale", per moltiplicare cariche e prebende e assunzioni senza concorso. L’articolo fa nomi e cognomi, cita fatti documentati,  che nessuno abbia finora smentito. E intanto l’acqua costa cara, sempre più cara.

    E i cittadini pagano i costi di una politica sempre più invasiva, tentacolare,  insaziabile…. Noi non possiamo fare altro che denunciare per non dimenticare. Dovrebbero essere gli organi di controllo a dover vigilare e sono i cittadini a dover maturare, e scegliere saggiamente i loro rappresentanti.

    MpL Comunicazione @ 02:12
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com