• Calendario/Archivio

  • gennaio: 2020
    L M M G V S D
    « Dic    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    PD&IdV: divorzio?

    Posted on mercoledì 29 ottobre 2008

    Potrebbe durare poco il matrimonio tra PD e IdV. Il caso Di Matteo scuote la fragile alleanza.  Donato Di Matteo (Pd), indagato in un’inchiesta sull’acqua tossica,  ha raccolto i suoi ed ha comunicato la ferma intenzione di candidarsi. Punto e basta.  L’IdV ha replicato immediatamente: Costantini aspetterà domattina alle 8 una risposta dal Pd sull’esclusione di Di Matteo, e  se la risposta sarà negativa, correrà da sola. Punto e basta…


    Certo che è difficile fare politica con i "punto e basta". Ma così è Di Pietro.  Dopo l’accordo annunciato l’altro ieri, il nuovo quadro viene delineato in una nota congiunta del leader dell’IdV, Antonio Di Pietro, e dei parlamentari abruzzesi del suo partito, lo stesso Costantini e Mascitelli.  "Il Pd – afferma l’IdV – ha dichiarato l’adesione alla candidatura di Costantini e l’esclusione di indagati dalle liste. Sappiamo che un avviso di garanzia è un atto ben diverso da una condanna. Sappiamo anche, però, che in Abruzzo, dopo il 14 luglio, era e resta necessaria un’azione politica di trasparenza capace di fornire ai cittadini abruzzesi nuove e ulteriori garanzie. Per questo abbiamo chiesto di non candidare persone coinvolte in inchieste giudiziarie". "In presenza della dichiarata volontà di Di Matteo di candidarsi nel Pd – prosegue la nota – non potrà certamente essere l’IdV o il candidato Presidente della coalizione a condizionare chi possa essere candidato e chi debba essere, escluso dalle liste del PD, tra i propri esponenti coinvolti in inchieste giudiziarie"."In questo contesto – conclude la nota – non possiamo che aspettarci la conferma formale dal PD dell’impegno assunto. Domani, alle otto, volteremo pagina, pur continuando ad auspicare che intervenga un definitivo ravvedimento".

    MpL Comunicazione @ 20:06
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *