• Calendario/Archivio

  • luglio: 2020
    L M M G V S D
    « Giu    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    PD&IdV

    Posted on martedì 27 gennaio 2009

    Le tensioni tra IdV e PD sono alla fine esplose in un litigio palese. Appare profonda  ed insanabile la spaccatura tra PD e IdV.; una vera e propria guerra per la leadership del centrosinistra in Abruzzo.  La lite è scoppiata in aula tra il capogruppo dell’IdV (gruppo forte i ben 6 consiglieri), Carlo Costantini, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione, ed il Pd (7 consiglieri). Costantini accusa il PD di "palese inciucio". Infatti il PD ha  votato il presidente del consiglio Nazario Pagano e, secondo l’IdV,  ha fatto l’accordo con l’Udc per la nomina di un rappresentante del partito di Casini nel ruolo di consigliere segretario al posto di un rappresentante dell’Italia dei Valori, che così viene estromessa da tutto. 

    Il capogruppo di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo intervenendo in aula, ha sottolineato che non avrebbe annunciato il non voto alla vice presidenza indicata dal PD sottolineando che c’é una sola opposizione e che il PD come maggiore partito del centrosinistra avrebbe  la responsabilità di unire la coalizione.

    Certamente molto grave l’esclusione dell’IdV da ogni carica istituzionale. Una strategia, quella di non dare voce all’IdV, chiaramente perseguita dl PD.  Carlo Costantini non ha mezzi termini:  "Il Popolo delle Libertà si è scelto il rappresentante della minoranza nell’Ufficio di Presidenza. Il candidato dell’UDC, sostenuto da 2 consiglieri regionali e, presumibilmente, da tutti o da parte dei 7 consiglieri regionali del Partito Democratico, ha preso ben 18 voti", afferma Costantini dopo l’elezione del vicepresidente del consiglio regionale e dell’ufficio di presidenza. Come, denuncia l’Idv, per il caso del presidente della Commissione di Vigilanza Rai Villari "anche in questo caso il Pdl per evitare che fosse eletto il rappresentante dell’Italia dei Valori, si è scelto il rappresentante della minoranza più gradito, se lo è votato e se lo è eletto". Per Costantini è "un altro scandalo che rivela quanto intensi siano i rapporti tra Pd e Pdl al di sotto di uno strato melmoso che l’Italia dei Valori cercherà di rimuovere anche in Abruzzo, per esercitare con correttezza, trasparenza e rigore, il ruolo dell’opposizione al Pdl, così come avviene in Parlamento".


    Certo è che tra IdV e PD è iniziata molto male. Ma molto male, e per responsabilità del PD.

    MpL Comunicazione @ 18:57
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com