• Calendario/Archivio

  • aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Papa su recessione

    Posted on giovedì 1 gennaio 2009

    Di fronte alla crisi economica internazionale, non bastano «i rattoppi», essa va letta «in profondità»: è quanto ha raccomandato Papa Benedetto XVI , durante il primo Angelus del nuovo anno in piazza San Pietro. Il Papa ha poi esortato a «mettere i poveri al primo posto» di fronte alla crisi economica nel nome di una «solidarietà globale».

    Papa Ratzinger ha offerto ai responsabili delle Nazioni e degli Organismi internazionali «il contributo della Chiesa cattolica per la promozione di un ordine mondiale degno dell’uomo». All’inizio di un nuovo anno, ha ricordato Benedetto XVI prima dell’Angelus, «il mio primo obiettivo è proprio quello di invitare tutti, governanti e semplici cittadini, a non scoraggiarsi di fronte alle difficoltà e ai fallimenti, ma di rinnovare il loro impegno».

    «La seconda parte del 2008 – ha spiegato il Pontefice – ha fatto emergere una crisi economica di vaste proporzioni. Tale crisi va letta in profondità, come un sintomo grave che richiede di intervenire sulle cause. Non basta – come direbbe Gesù – porre rattoppi nuovi su un vestito vecchio. Mettere i poveri al primo posto significa passare decisamente a quella solidarietà globale che già Giovanni Paolo II aveva indicato come necessaria, concertando le potenzialità del mercato con quelle della società civile. Papa Benedetto XVI, che nel Te Deum di mercoledì sera aveva parlato delle nubi che offuscano il 2009, era tornato, già nella solenne messa cantata celebrata nella Basilica vaticana, a lanciare una fortissima esortazione alla comunità internazionale perchè‚ sia affrontata con «solidarietà e sobrietà» la crisi economica mondiale e combattuta «una povertà che genera sempre più ingiustizia, diseguaglianza e minacce per la pace».

    MpL Comunicazione @ 13:50
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com