• Calendario/Archivio

  • dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Tribunali minori, lo scaricabarile

    Postato giovedì 6 dicembre 2018

    Il Tribunale di Avezzano. Soppresso dal 2020. La Regione ha fatto il gruppo di lavoro…

    Lilli Mandara ricostruisce la paradossale vicenda dei Tribunali minori abruzzesi, soppressi dal 2020, dei quali ben due ricadono nelle aree interne (Avezzano e Sulmona).  Studi ed analisi hanno inequivocabilmente dimostrato che la chiusura dei tribunali minori porta a danni sociali ed economici ben maggiori rispetto ai modesti risparmi di spesa realizzati. Sono anni che si dibatte sulla  necessità di attivare strumenti che permettano il mantenimento dei presidi di giustizia in territori sovente svantaggiati e montani, già in difficoltà per la carenza di servizi essenziali al vivere civile.  E la Regione? Dopo anni di sostanziale inerzia ha costituito nel 2017 il solito gruppo di lavoro che dopo un anno di “riunioni” scarica tutto sul Governo. Un esercizio di tattica dilatoria e di fuga dalla responsabilità. 

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 09:46
    Filed under: News MpL
    Siamo tutti gilet gialli

    Postato martedì 4 dicembre 2018

    Quanto sta accadendo in Europa, e in particolare in Francia, è qualcosa di grosso. Ma la stampa italiana è occupata suid ecimali della manovra. Una interessante riflessione di Davide Mura

    Quanto sta accadendo in Europa, e in particolare in Francia, passa quasi del tutto sotto silenzio, perché quello che bolle in pentola è davvero bello grosso. E’ ormai chiaro, infatti, che nel continente il malessere e l’intolleranza nei confronti della sovrastruttura europea abbia raggiunto il punto di non ritorno. Non è possibile, in questo senso, ritenere che tutti i problemi emersi in questi anni, le contraddizioni e le ingiustizie causate da un sistema ordoliberale che persegue la stabilità dei prezzi e non la massima occupazione, e che demonizza il debito e la spesa pubblica, siano solo il frutto del caso o dei “capricci” di qualche facinoroso.

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 11:28
    Filed under: News MpL
    Gilet gialli, una protesta contro l’UE della finanza

    Postato domenica 2 dicembre 2018

     

    Devastazione e violenza a Parigi. Tre morti. Il day after degli scontri di sabato a Parigi è un bilancio molto pesante, soprattutto da un punto di vista politico.  La grande stampa italiana continua a parlare dei decimali della manovra del Governo italiano e dedica scarsa attenzione al fenomeno sociologico e politico dei gilet gialli, la cui protesta è derubricata alla questione del caro carburanti. La realtà è ben diversa. Si sta assistendo a una mobilitazione dei cittadini contro le politiche dell’Unione,  considerata un tentativo obsoleto di riunire sotto l’egida di un esasperato mondialismo realtà eterogenee che non intendono assistere impassibili alla continua violazione della propria sovranità.

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 22:00
    Filed under: News MpL
    Pausa Caffé

    Postato martedì 27 novembre 2018

    Risultati immagini per foto di federico caffè

    Federico Caffè, un gigante del pensiero economico e civile, scomparso nel nulla 31 anni orsono. Un profeta inascoltato dei drammatici guasti portati dalla finanza senza regole e dal capitalismo selvaggio

    In un’epoca di nani del pensiero, ci consola pensare a un gigante dimenticato. Sparito in un giorno di aprile di trentuno anni fa, senza fare più ritorno. Parliamo di Federico Caffè, grande economista e pensatore. Un profeta dei guasti dell’oggi.

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 15:29
    Filed under: News MpL
    Basta con l’Eurocrisi. L’insegnamento del passato

    Postato giovedì 22 novembre 2018

    Quanto sta accadendo oggi in Europa non è una novità. E’ accaduto molte volte in passato, e senza risalire troppo indietro nel tempo, è accaduto nei rapporti tra Inghilterra e colonie americane subito prima della Guerra di Indipendenza (1775).  Lo racconta  Benjamin Franklin, in una cronaca magistrale di quel tempo (vedi poi). La situazione odierna è analoga a quella di allora: il nostro Paese fa parte di una Unione Europea che non è però Stato federale. Abbiamo rinunciato alla sovranità, che si esprime nel coniare moneta, e non abbiamo una Banca centrale titolare di una politica monetaria e fiscale comune agli stati membri (la BCE non svolge le funzioni tipiche della Banca centrale come lo era Bankitalia prima dell’ingresso nell’Euro).  Per farla breve, la  nostra economia è “colonizzata” dalla finanza globale, che impone ai privati ed ai governi di utilizzare unicamente moneta presa in prestito dato che non possiamo battere moneta.  Ora,  se la moneta non può essere coniata, ma solo  prestata, ne circola troppo poca per garantire lo sviluppo e garantire il primo obiettivo del Trattato di Maastricht del 1992 (la piena occupazione). Il  denaro viene mantenuto artificialmente scarso per soddisfare unicamente gli interessi di chi mercifica e lavora con il denaro, ovvero la finanza globale ed i suoi lacché. La conseguenza dei 26 anni di politiche europee basate sugli interessi della finanza è quella evidente a tutti:  mandare  in depressione l’economia colonizzata  per mancanza di liquidità (con la sola eccezione della Germania che ottiene per altri motivi immani vantaggi dal sistema per via della sottovalutazione del marco).  I coloni americani trovarono una soluzione (XVIII secolo) che funzionerebbe anche oggi per fare ripartire l’economia reale ed assicurare a tutti un lavoro.  Lo strumento è quello dell’emissione di Moneta Fiscale (vedi poi). Ma come andò a finire nel XVIII secolo? I colonizzatori vietarono ovviamente ai colonizzati di coniare moneta, scoppiò la Guerra di Indipendenza, e le colonie vinsero. Ora le guerre si fanno con i mass-media e con lo spread, ma la sostanza non cambia.  Chi vincerà però non si sa.  Leggi tutto….

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 12:13
    Filed under: News MpL
    Pino Aprile e l’Italia finita

    Postato mercoledì 21 novembre 2018

    La Questione Meridionale non è stata mai risolta. Con l’Europa monetarista l’Italia sta finendo, o forse non è mai esistita

    “L’Italia è finita”? La domanda provocatoria dello scrittore e saggista Pino Aprile sembra provocatoria, ma non lo è.  Il nuovo libro di Pino Aprile ha un titolo che contiene appunto una domanda pesante, se cioè l’Italia come l’abbiamo conosciuta stia ormai “finendo”, cambiando fisiologia, struttura istituzionale e geografia sociale ed economica. L’Italia non ha mai risolto la Questione Meridionale, e dopo l’adesione ai parametri di Maastricht ed alle regole dell’Euro il Sud è stato ulteriormente emarginato.  Secondo lo scrittore l’Italia, intesa  come Stato unitario e Nazione, non solo sta finendo ma di fatto non è mai esistita. 

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 13:32
    Filed under: News MpL