• Calendario/Archivio

  • aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Pagare per la cultura?

    Posted on domenica 20 gennaio 2008

    Leggo che l’ex senatore Enzo Lombardi ha lanciato polemicamente la proposta di vendere l’immobile acquistato di recente a Pescara dalla Regione (altri due piani del palazzo dell’ex Camera di Commercio) per destinare i “soldi alla cultura”. “Carmina non daret panem” dicevano i latini, ma vendere il panem per i carmina manco va bene – Anzi potrei aggiungere con loro, i padri latini, “primum vivere, deinde carminare”. Il bilancio della Regione è ristretto, come tutti sanno; i cittadini non riescono ad arrivare alla quarta settimana del mese; la sanità mangia quasi tutte le risorse e quindi, per concludere il quadro, la coperta si è fatta corta, troppo per coprire tutte le esigenze.Bisogna allora stringere la cinghia tutti, partendo dal superfluo, da ciò che non è indispensabile: dalla cultura, appunto? Sarebbe un errore, un grosso errore, perché la qualità della vita non si misura dalla quantità di beni materiali, dal consumismo e dai rifiuti prodotti, ma si misura dai livelli culturali, artistici, da ottime scuole, da buona sanità, da giusta giustizia. Cioè da beni immateriali dell’Essere e non dell’avere. Meno che meno si misura prendendo come metro lo status symbol legato alle ville, alle imbarcazioni, alle Ferrari e a quanto di prezioso uno possiede. Riguardo all’immobile c o n t e s t a t o dall’aquilano Enzo Lombardi vorrei solo ricordare che la Regione paga ed ha pagato per decenni, dalla sua costituzione, una marea di affitti per i suoi uffici. Nessuno nemmeno sa quanti pubblici miliardi sono finiti nelle tasche dei proprietari privati. L’ente con quei denari avrebbe potuto costruire più che una sede, una reggia suntuosa, e sarebbe avanzati fondi anche per finanziare arte e cultura. Certo l’edificio di cui stiamo parlando, che si trova in Piazza Unione, non risolverà il problema della sede regionale, ma questo non giustifica a mio modo di vedere la proposta di venderlo per finanziare le poesie… Si cerchino altre strade, per valorizzare la nostra cultura, per dare appoggio concreto a chi la produce, ma si eviti che gli esosi affitti pagati dalla regione seguitino a gravare sulla tasche dei cittadini. Credo che per i cittadini abruzzesi sia questa la priorità.

    Francesco Giannini

    MpL Comunicazione @ 19:16
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com