• Calendario/Archivio

  • settembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ago    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
    Non disperare!

    Posted on giovedì 30 aprile 2009

    Troppa disperazione nei messaggi e-mail che arrivano a mpl.it. Troppa paura. Troppa delusione. Proprio ora  che dobbiamo mantenere la calma, troppi di noi stanno cedendo.  Che esempio saremo per i nostri cari ed i nostri figli se già ci  arrendiamo  all’angoscia ed alla disperazione? 

    Teniamo il dolore che resta per il futuro, perché ora abbiamo cose più urgenti da fare. Ora dobbiamo ricostruire L’Aquila.

    Anche sul decreto del Governo si sta esagerando nelle critiche distruttive. Parliamo noi, di MpL, che per primi e solitari ne abbiamo rilevato i punti deboli. Ma ora non esageriamo, non buttiamo via il bambino insieme all’acqua sporca. L’approvazione del decreto rappresenta un punto di partenza, non già di arrivo. Il provvedimento  non è risolutivo, e ne occorreranno molti altri per chiarire i troppi punti oscuri.  Il decreto si limita a disciplinare nel dettaglio l’emergenza, poi si dovrà ricostruire, perché senza case non ci saranno aquilani né ci sarà L’Aquila.

    La priorità immediata, dopo l’emergenza delle prime settimane, deve essere quindi l’emergenza abitativa. Il nostro futuro è tutto qui. Ora servono  le ordinanze e gli allegati tecnici che spieghino l’entità dei contributi, le modalità di concessione, le procedure, ecc. ecc.

    Le nostre critiche restano immutate: non bastano 150mila euro per una nuova costruzione. E resta la questione de contributi effettivi per le seconde case.  E poi va chiarito il punto relativo alla disponibilità di queste risorse in tempi brevi.  Partire con la ricostruzione nel 2010, come sembrerebbe, non va bene e costringeremo il Governo a ragionare.  Rinviare al 2010 non permetterebbe neanche l’immediata agibilità dei molti immobili che necessitano solo di modesti lavori che, tuttavia, devono essere disciplinati e rimborsati.

    Su questi punti dobbiamo impegnarci e deve impegnarsi la politica regionale, e soprattutto il presidente Chiodi ed i parlamentari abruzzesi.

    Noi non molleremo,  lo garantisco a tutti voi, ma basta con i piagnistei e la critica demolitiva. Siamo aquilani. Diamoci da fare, pretendiamo  chiarezza e tempestività, scriviamo e manifestiamo,  contestiamo e proponiamo.

    Non subite. Mai arrendersi. 

    Ricostruzione delle abitazioni e degli opifici, ripartenza dell’Università e dell’Ospedale: sono queste le priorità sulle quali occorre l’impegno di tutti noi. Ma anche  di tutti "voi".  Vi abbraccio tutti, aquilani come me.

    Piero Carducci

    MpL Comunicazione @ 21:32
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *