• Calendario/Archivio

  • dicembre: 2020
    L M M G V S D
    « Nov    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Nature su “grandi rischi”

    Posted on giovedì 15 settembre 2011

    La rivista scientifica Nature interviene sul processo alla Commissione Grandi Rischi che si aprir tra pochi giorni all’Aquila e sar certamente seguito con grande attenzione dagli scienziati di tutto il mondo. Secondo Nature sono stati commessi “errori di comunicazione” nella vicenda del terremoto dellAquila del 6 aprile 2009. Partendo dal presupposto che prevedere un terremoto impossibile alla luce delle conoscenze attuali, si pone la questione di come comunicare correttamente alla popolazione eventi ad alto rischio ma dalla bassa probabilit, evitando sia conseguenze in termini di morti e feriti che falsi allarmi.

    Secondo Nature la vicenda del processo alla Grandi Rischi costringer i sismologi di tutto il mondo a ripensare il modo in cui descrivono la bassa probabilit di eventi ad alto rischio. Comunicazioni cos delicate, si legge, devono essere fatte bene, e allAquila non stato fatto. E stata una situazione indubbiamente difficile, quella nella quale si trovata a comunicare la Commissione Grandi Rischi, complicata in gran parte dalle tensioni generate dalle voci allarmistiche sollevate nei giorni precedenti da un tecnico di laboratorio (cos viene presentato Giampaolo Giuliani). Ed ancora: Giuliani non ha ancora pubblicato un singolo articolo sul radon che abbia superato lanalisi dei revisori, ossia la cosiddetta peer-review (revisione fra pari) che garantisce la legittimit di un lavoro scientifico.

    Immediata la replica a Nature del neo-presidente dellIstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Domenico Giardini, il quale ha affermato che Si tratta di trasferire lincertezza verso una chiara indicazione da parte della Protezione civile: questo davvero molto difficile. Il punto, dice lo scienziato, che in occasione del terremoto allAquila si determinato un problema a livello dei mezzi stessi di comunicazione: c stato cio un ritardo nella tempestivit delle notizie, con le radio locali che, nellera della multimedialit, sono state le prime a comunicare ci che stava accadendo.

    Ricordiamo che gli imputati sono Franco Barberi, presidente vicario della Commissione Grandi rischi; Bernardo De Bernardinis, gi vice capo del settore tecnico del dipartimento di Protezione Civile; Enzo Boschi, ex presidente dellIngv; Giulio Selvaggi, direttore del Centro nazionale terremoti; Gian Michele Calvi, direttore di Eucentre e responsabile del progetto Case; Claudio Eva, ordinario di fisica allUniversit di Genova, e Mauro Dolce, direttore dellufficio rischio sismico di Protezione civile.

    Ludienza in composizione monocratica stata fissata per il 20 settembre prossimo.

    MpL Comunicazione @ 11:12
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com