• Calendario/Archivio

  • settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  
    Napolitano, botte per tutti

    Posted on lunedì 22 agosto 2011

    Il Napolitano interventista non si smentisce, e bastona tutti: maggioranza, opposizione ed evasori fiscali. Su questi ultimi, “c’ stata troppo accondiscendenza”. Ma ecco le frasi chiave pronunciate ieri dal Presidente. Sulla maggioranza: Dominata dalla preoccupazione di sostenere la validit del proprio operato, anche attraverso semplificazioni propagandistiche e comparazioni consolatorie su scala europea ha esitato a riconoscere la criticit della nostra situazione e la gravit effettiva delle questioni. Ma l’opposizione non esente da critiche: possibile che ogni criticit della condizione attuale del Paese sia ricondotta a omissione e colpe del governo, della sua guida e della coalizione su cui si regge?. Lungo questa strada non si poteva andare e non si andati molto lontano.

    Lo ha detto il presidente della Repubblica nel suo intervento all’apertura del Meeting di Comunione e liberazione (Cl) a Rimini. In politica, dice Napolitano con riferimento alla crisi economica, bisogna parlare il linguaggio della verit. Perch non provoca pessimismo ma sollecita a reagire con coraggio e lungimiranza. In Italia in questi tre anni abbiamo parlato il linguaggio della verit? Lo abbiamo fatto tutti noi che abbiamo responsabilit nelle istituzioni, nella societ, nelle famiglie, nei rapporti con le giovani generazioni? Dare fiducia non significa alimentare illusioni; non si d fiducia e non si suscitano le reazioni necessarie, minimizzando o sdrammatizzando i nodi critici della realt, ma guardandovi in faccia con intelligenza e con coraggio. Pesante la critica alla politica in generale, incapace di riprendere il cammino verso il faro dell’interesse collettivo: Il peso che si paga nella sfera della politica di calcoli di parte e di logiche di scontro sta diventando insostenibile.

    Per Napolitano, serve il coraggio della speranza, della volont e dell’impegno. Un impegno che non pu venire o essere promosso solo dallo Stato, ma che sia espresso dalle persone, dalle comunit locali, dai corpi intermedi, secondo quella concezione e logica di sussidiariet che ha fatto di una straordinaria diffusione di attivit imprenditoriali e sociali e di risposte ai bisogni comuni costruite dal basso un motore decisivo per la ricostruzione e il cambiamento del Paese. Le sfide e le prove che abbiamo davanti sono pi che mai ardue, profonde e di esito incerto, ammonisce Napolitano. Da quando l’Italia e il suo debito pubblico sono stati investiti da una dura crisi di fiducia e da pesanti scosse e rischi sui mercati finanziari, siamo immersi in un angoscioso presente, nell’ansia del giorno dopo, in un’obbligata e concitata ricerca di risposte urgenti. A simili condizionamenti, e al dovere di decisioni immediate, non si pu naturalmente sfuggire. Ma non troveremo vie d’uscita soddisfacenti e durevoli senza rivolgere la mente al passato e lo sguardo al futuro.

    Infine la stoccata agli evasori: Basta con assuefazioni e debolezze nella lotta a quell’evasione fiscale di cui l’Italia ha ancora il triste primato. una stortura divenuta intollerabile, da colpire senza esitare ricorrendo a tutti mezzi di accertamento e di intervento possibili.

    Tutto condivisibile, ma chi ascolta?

    MpL Comunicazione @ 09:23
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com