• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2019
    L M M G V S D
    « Set    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    MPA su Cialente

    Posted on martedì 12 agosto 2008

    Emanuele Imprudente e Corrado Ruggeri (MPA) inviano il seguente comunicato: "Al Movimento per le autonomie non dispiacerebbe affatto se ci fosse un’Amministrazione comunale capace di convogliare risorse a vantaggio dell’Aquila. Ma così, purtroppo, non è, e dobbiamo confermare il nostro rammarico per avere un’Amministrazione incapace di dirottare sul capoluogo d’Abruzzo fondi e finanziamenti…

    L’altro giorno, unitamente al consigliere regionale Giorgio De Matteis, abbiamo lanciato l’allarme sui fondi Fas, facendo emergere la concreta, triste eventualità che L’Aquila rimanga quasi del tutto esclusa dalla ripartizione dei medesimi. In passato avevamo fatto squillare altri campanelli d’allarme. Tra questi, la mancata assegnazione della Direzione generale della Giustizia e il serio rischio di perdere i finanziamenti per i danni causati a San Giuliano dall’incendio di un anno fa.
    Nel primo caso, il Sindaco Cialente ci rispose – in modo stizzito – che aveva fatto tutti i dovuti passi con l’allora Guardasigilli, Clemente Mastella. Anche come parlamentare, rassicurò la città che il pericolo che L’Aquila rimanesse senza la maggiore struttura periferica della Giustizia era scampato. Risultato, L’Aquila è pressoché l’unico capoluogo, in Italia, senza Direzione regionale.
    Nel secondo, il Primo Cittadino si affannò a rispondere che non solo sarebbero arrivati i soldi per il risanamento della collina di San Giuliano, al pari di quanto sarebbe accaduto per le altre aree regionali colpite dagli incendi, ma che quei finanziamenti sarebbero stati più consistenti di quanto previsto, in seguito alla sua azione da Parlamentare. Per San Giuliano non è arrivato nemmeno un euro.
    Oggi veniamo rimproverati dal Sindaco per un allarme, a suo dire ingiustificato, sull’esclusione dell’Aquila dai fondi Fas. Si susseguono confronti e intese – sostiene Cialente – per dare un indirizzo favorevole alla città nell’ambito del Piano di attuazione regionale. Probabilmente gli sono sfuggiti i capitoli del Par in cui si evidenzia chiaramente come il capoluogo abruzzese o sia stato emarginato o sia del tutto assente dalla pianificazione regionale sulla distribuzione dei Fas. Si parla infatti, in questo documento (che, ancorché di mero indirizzo, contiene dei tratti ben precisi), dell’area metropolitana Pescara-Chieti, della linea ferroviaria di collegamento tra l’Abruzzo e Roma (in cui, come noto, L’Aquila non ha voce in capitolo) e dello sviluppo della costa teatina.
    Una “torta” da 200 milioni di euro, di cui un quarto già di fatto assegnato a questi obiettivi che la Regione ritiene strategici, dai quali la nostra città è fuori. Al massimo, può ambire solo a qualche briciola. Al Sindaco chiediamo come mai nei capitoli essenziali del Par L’Aquila non figura né per lo sviluppo del Gran Sasso, né per la metropolitana né per altri progetti di spessore. La spiegazione è semplice: gli altri Sindaci abruzzesi si sono mossi per tempo, Cialente no. Si è perso in parole. Da parte sua nessuna azione concreta.
    Eppure c’era una ghiotta occasione per far entrare la città nel discorso fondi Fas: la legge per L’Aquila capoluogo. Il non aver approfittato di questa opportunità avvalora le tesi avanzate tempo addietro dall’Mpa: si tratta solo di una propaganda elettorale per il Pd, nulla di più. La capitale abruzzese oggi non ha fondi, è solo stata presa per i fondelli".

    MpL Comunicazione @ 08:45
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *