• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Milleproroghe per l’Abruzzo

    Posted on sabato 26 febbraio 2011

    L’aula del Senato ha approvato il disegno di legge di conversione del decreto Milleproroghe. A favore hanno votato 159 senatori, mentre i voti contrari sono 126. Due gli astenuti. Contro il testo hanno votato i sei senatori rimasti in Fli; due dei fuoriusciti hanno votato a favore e due non hanno partecipato al voto, a quanto si è appreso. Il dcreto prevede importanti misure per L’Aquila. Il pagamento delle rate relative alle tasse in Abruzzo, nel cratere sismico, è stato sospeso fino al 31 ottobre 2011. Slitta a dicembre 2011 il termine per gli adempimenti tributari. Prolungamento anche della Cig per i lavoratori della Finmek e sblocco delle assunzioni del personale nei prossimi tre anni per il Comune de L’Aquila e della zona sismica.


    TERREMOTO: PROROGHE DELLE SOSPENSIONI – (articolo 2, commi 3, 3-quater, 3-sexies e 3-octies).

    Proroga dei termini per la ripresa dei versamenti e degli adempimenti sospesi ai sensi dell’articolo 39 del Dl 78/2010 in favore dei soggetti colpiti dal terremoto che ha colpito l’Abruzzo il 6 aprile 2009. Entrando nel dettaglio è prevista una ulteriore proroga del termine di sospensione delle rate, da gennaio 2011 a ottobre 2011, relativo ai versamenti tributari e contributivi sospesi.
    Un decreto del presidente del Consiglio dei ministri disciplinerà la ripresa della riscossione delle rate non versate in modo da non determinare effetti sui saldi di finanza pubblica. Il Dpcm dovrebbe disciplinare anche le modalità di recupero delle rate sospese entro il 2011. Proroga, da gennaio 2011 a dicembre 2011, dei termini relativi agli ulteriori adempimenti, diversi dai versamenti, già sospesi ai sensi dell’articolo 39, commi 3-bis e 3-ter del Dl 78/2010.

    E’ stata poi prolungata la Cassa integrazione per i lavoratori della Finmek
    Disposta una deroga al blocco delle assunzioni per il comune dell’Aquila e per i comuni montani della provincia de L’Aquila: il comune dell’Aquila possa stipulare contratti di lavoro a tempo determinato per gli anni 2011, 2012 e 2013 nel limite massimo di spesa di un milione di euro per ciascun anno.

    ALTRI PROVVEDIMENTI – Facoltà per i comuni della provincia dell’Aquila e quelli di cui all’articolo 1, comma 2, del Dl 39/2009, convertito dalla legge 77/2009, con popolazione inferiore ai 15mila abitanti che al 31 dicembre 2010 abbiano una dotazione di personale pari o inferiore ai due terzi della pianta organica, di stipulare contratti di lavoro a tempo determinato per gli anni 2011, 2012 e 2013, nel limite di spesa di un milione di euro per ciascun anno, per avvalersi di personale fino al limite di quattro quinti della pianta organica e nel rispetto delle condizioni prescritte dal patto dì stabilità interno, fatto comunque salvo il limite del 40% nel rapporto tra spese per il personale e spesa corrente (i contratti sono consentiti nel rispetto del patto di stabilità interno).

    Alla compensazione degli effetti in termini di fabbisogno e indebitamento netto derivanti dall’applicazione delle misure, si provveda mediante utilizzo del Fondo per la compensazione degli effetti finanziari non previsti a legislazione vigente conseguenti all’attualizzazione di contributi pluriennali, in misura pari a un milione di euro per ciascuno degli anni 2011, 2012 e 2013, in termini di in termini di sola cassa.

    Disposto l’avvio della bonifica del sito "Bussi sul Tirino" in Abruzzo, come individuato e perimetrato dal Dm Ambiente 29 maggio 2008. I lavori di bonifica sono avviati entro il 30 giugno 2011 dal Commissario delegato per il superamento della situazione di emergenza socio-economico-ambientale determinatasi nell’asta fluviale del bacino del fiume Aterno. Le opere di bonifica, che dovranno consentire la reindustrializzazione delle aree industriali dismesse e dei siti ad esse limitrofi, sono finalizzate alla ripresa economica e occupazionale delle zone colpite dal sisma dell’aprile 2009. Agli oneri, valutati in complessivi 50 milioni di euro (15 milioni di euro per il 2011, 20 milioni per il 2012 e 15 milioni per il 2013), si provvede a valere sulle risorse finanziarie individuate dall’articolo 14, comma 1, del Dl 39/2009 (interventi urgenti per il sisma in Abruzzo).

    Impianti fotovoltaici di enti locali della provincia dell’Aquila (articolo 2, comma 3-novies). La disposizione riguarda gli impianti fotovoltaici che abbiamo come soggetti responsabili gli enti locali della provincia dell’Aquila che, alla data di entrata in vigore del decreto-legge in esame, abbiano ottenuto il preventivo di connessione o la Soluzione tecnica minima generale (Stmg – soluzione per la connessione elaborata dal gestore di rete a seguito di una richiesta). A questi impianti si continuano ad applicare le tariffe incentivanti ventennali riservate dal "Secondo Conto Energia" (articolo 6 del Dm 19 febbraio 2007) alla tipologia di impianti con integrazione architettonica entrati in esercizio entro il 31 dicembre 2010, nella quale gli impianti fotovoltaici in questione rientrano ai sensi dell’articolo 2, comma 173, della legge finanziaria 2008, la 244/2007.

    Accademia di Belle Arti e del Conservatorio dell’Aquila (articolo 2, comma 3-septies). Differito al 1° novembre 2012 l’avvio delle procedure per il rinnovo degli organi dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio di musica Alfredo Casella dell’Aquila e proroga dell’operatività degli organi attuali per favorire la ripresa delle attività nelle zone colpite dal terremoto dell’aprile 2009.

    Parco nazionale Costa teatina (articolo 2, commi 3-bis e 3-ter).
    Entro il 30 settembre 2011 si deve provvedere all’istituzione del Parco nazionale «Costa teatina» ai sensi dell’articolo 8, comma 3, della legge 93/2001. In caso di inadempimento entro tale termine sarà nominato con Dpcm entro i 30 giorni successivi un commissario ad acta. Si dovrà provvedere nei limiti delle risorse stanziate dall’articolo 8, comma 3, della legge 93/2001.

    Programma di ristrutturazione o di cessione dei complessi aziendali per le imprese dell’Abruzzo (articolo 2, comma 3-quinquies). Viene riconosciuto al ministro dello Sviluppo economico il potere di prorogare fino al 30 giugno 2011 il termine di esecuzione del programma di ristrutturazione o di cessione dei complessi aziendali per i gruppi industriali con imprese e unità locali nella regione Abruzzo, in precedenza fissato al 31 dicembre 2010. Oneri quantificati nel limite massimo di 2,5 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate.

    Le Regioni colpite da calamità naturali, per far fronte all’emergenza, potranno aumentare le tasse e le addizionali di propria competenza, comprese le accise sui carburanti. La Campania, per far fronte all’emergenza rifiuti, potrà aumentare l’addizionale sulle accise per l’energia elettrica.

    MpL Comunicazione @ 20:15
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com