• Calendario/Archivio

  • settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  
    Mes, la mela avvelenata

    Posted on martedì 9 giugno 2020

    👀E’ solo questione di tempo, arriverà il MES. L’offensiva politica della Germania e mediatica di importanti esponenti politici, delle lobbies finanziarie e della grande stampa allineata fa capire che ormai il dado è tratto. Eppure il successo dei collocamenti degli italianissimi BTP e le politiche QE della BCE dimostrano senza dubbio alcuno che non servono né MES, né Recovery Fund, né nessuna altra forma di indebitamento. Ma alla fine il Governo Conte si piegherà al “MES sanitario” accontentandosi di nebulose promesse sull’attivazione di futuri e migliori strumenti.

    🎯Eppure il MES non lo vuole nessuno: Spagna, Grecia, Portogallo e Francia hanno già declinato l’invito ad utilizzare i prestiti del Meccanismo Europeo di Stabilità. Un rifiuto che la dice lunga sulla vera natura di questo diabolico meccanismo che ha già distrutto la Grecia, e potrebbe fare ulteriori gravi danni ai popoli a vantaggio di pochi grandi speculatori. Questo fondo è comunque debito da restituire, e comporta sempre condizionalità per i debitori, con Germania ed Olanda che vogliono una gestione molto severa, specie nei confronti dei paesi indebitati del Sud.

    👉Ma oltre questo, Lisbona, Madrid, Atene e Parigi rifiutano il MES soprattutto per lo stigma che comporta. Si verifica sempre sui mercati finanziari che se un Paese chiede il sostegno del MES o analogo meccanismo si determina un aumento dei costi di finanziamento del debito sovrano. Se l’Italia, ormai da sola, dovesse disgraziatamente ricorrere al MES, sarà bollata come “paese straccione” dai mercati e andrà a sostenere costi di finanziamento maggiori di paesi in una situazione finanziaria simile ma non assistiti, con ciò vanificando ogni possibile vantaggio del MES light in termini di minori tassi di interesse.

    ❓Ma allora perché solo l’Italia viene spinta nel vicolo cieco del MES? Il MES non ci serve da un punto di vista economico, ma serve ad altri scopi. Serve alle grandi lobbies finanziarie, per piegare definitivamente l’Italia, e farla aderire all’attuale dogma europeo: l’austerità senza scampo, la macelleria sociale post-Fornero, la sudditanza politica alla Germania. Serve a fare a pezzetti le nostre eccellenze, compilare un menu composto di aziende, porti, aeroporti, reti idriche, eccetera, e vendere a prezzi stracciati, come si è fatto in Grecia, al ristretto comitato d’affari che governa l’Europa. Un capitalismo rapace e senza scrupoli ha preso di mira l’Italia e vuole semplicemente comprarci ai saldi di fine Covid.

    💣E molti nemici dell’Italia, purtroppo, sono dentro l’Italia. Siamo politicamente deboli e con una buona parte della classe dirigente priva di qualsiasi etica della responsabilità oltre che di qualsiasi senso della Nazione. Qualche partito, a Mes attivato, spera di continuare a governare l’Italia per conto terzi oppure spera di imbrigliare il governo che verrà alle rigide regole tedesche del vincolo esterno. Anche i dirigenti del Mes ne vogliono l’attivazione, e rilasciano interviste da piazzisti promettendo sconti a prestiti che nessuno vuole, a parte il partito dell’austerità.

    🍎Con l’attivazione del MES l’economia italiana verrà legata ed il Paese sarà ricattabile, spezzettabile e facilmente acquisibile. Il MES è la mela avvelenata che la strega porge a Biancaneve. E’ la trappola mortale che aprirebbe le porte dell’Italia al Cavallo di Troika. Seguirebbe il film tragico già visto in Grecia. Quando accadrà, per responsabilità di pochi ed a beneficio di pochissimi pirati, non dite che non era stato detto e predetto.

    MpL Comunicazione @ 15:55
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com