• Calendario/Archivio

  • marzo: 2021
    L M M G V S D
    « Feb    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
    Mazzocca…mah…

    Posted on domenica 29 giugno 2008

    I lavoratori di Villa Pini chiedono di parlare con l’assessore Mazzocca. “Caro dottor Bernardo Mazzocca – scrivono – le inviamo il deliberato dell’assemblea di tutti i lavoratori del gruppo Villa Pini che …

    ci hanno delegato a chiederle, con la massima urgenza, un incontro per risolvere i nostri problemi e la nostra situazione, a lei ampiamente noti”. A tal proposito, Rsa, unitamente a Cgil, Cisl, Uil e Cimop allegano l’appello sottoscritto dai lavoratori in assemblea e restano in attesa di essere convocati in settimana. Questo l’appello. “I lavoratori del gruppo Villa Pini, riuniti in assemblea il giorno 23/06/ 2008, fanno presente che sono ormai quasi sei mesi che stanno lottando per sopravvivere, mese dopo mese, senza stipendio, e per evitare lo spettro della perdita di centinaia di posti di lavoro, mentre le Asl continuano a dilazionare i tempi dei pagamenti ed a centellinare le somme dovute, quasi fossero delle elemosine. La Giunta regionale e l’assessore alla Sanità hanno ricevuto il piano industriale aziendale che rappresenta l’unico strumento (del resto previsto dallo stesso piano sanitario regionale) per garantire a Villa Pini una esistenza dignitosa sul piano della erogazione delle prestazioni sanitarie e per evitare il licenziamento di centinaia di lavoratori, definiti in esubero, come conseguenza della fredda applicazione del piano di riordino della rete ospedaliera. A tal proposito, tutte le organizzazioni sindacali hanno riconosciuto la validità del piano industriale aziendale e l’hanno approvato riconoscendolo come unico mezzo che, senza alcun aumento di spesa per la regione e nel rispetto dei posti letto assegnati dal nuovo piano sanitario regionale, possa garantire il mantenimento di tutti i posti di lavoro nel gruppo Villa Pini. Per questi motivi, i lavoratori chiedono all’assessore regionale Mazzocca di voler rendersi disponibile ad esaminare il piano industriale e renderlo operativo in tempi brevi, anzi brevissimi, vista la ormai non più sostenibile situazione economica, sociale, nonché psicologica, dei 1.800 dipendenti del gruppo”.

    MpL Comunicazione @ 11:52
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com