• Calendario/Archivio

  • novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
    Le migliori cialentate/14

    Posted on lunedì 2 aprile 2012

    Nei primi due anni dell’amministrazione Cialente non si sono contate le crisi della maggioranza, i rimpasti, le uscite e le entrate dalla Giunta. Ecco di cosa si parlava pochi giorni prima del terremoto (febbraio 2009). Cialente e la sua amministrazione non hanno mai funzionato, neanche prima del sisma:

    21 febbario 2009 – “Sinistra democratica resta critica nei confronti di Cialente e del rimpastazzo, ma ora è possibilista.  L’ingresso in Giunta  era stato condizionato, da Sinistra Democratica, alle dimissioni dell’assessora al bilancio ed alla severa valutazione del direttore generale.  Ma ora pare che i toni si siano stemperati, e che dopo l’incontro con il primo cittadino si siano registrati punti di convergenza su alcuni snodi cruciali….

    Una rinnovata armonia sull’Urbanistica, per cui si andranno a normare le aree bianche  e si farà ricorso contro i commissariamenti che, attivati sempre più spesso dal Tar per l’inerzia del Comune, attribuiscono agli imprenditori indici di edificabilità più alti di quelli generalmente concessi.  Ma fare ricorso contro il Tar significa inimicarsi il voto di Vincenzo Rivera che proprio al Tar è ricorso per sistemare ed edificare l’area di San Sisto. Ed un voto in Consiglio è prezioso per Cialente.

    C’è poi la metro, per cui Sinistra democratica vuole un referendum popolare, che il Sindaco non ha escluso, ma ancora non ha chiarito il quadro economico della situazione, quindi prima di consultare gli aquilani, vuole sapere bene quanto costerà terminarla o smantellarla.

    C’è la volontà di azzerare le deleghe affidate agli assessori, ma non tutta la Giunta.  Il Sindaco pare voglia distribuire anche alcune deleghe che ha mantenuto.

    Sulla Cultura, Sinistra democratica vuole un Regolamento che imponga un riferimento certo con cui finanziare associazioni, eventi e manifestazioni. Ma questo poi non lo vuole la Ximenes che vuole mantenere tutti i privilegi delle solite associazioni.

    Sul futuro assetto della Giunta, SD abbassa i toni. Dopo aver tanto abbaiato, pare che la testa della Giangi e di Cordeschi non siano più priorità assolute.  Se ne discuterà in sede di globale riassetto della Giunta.

    E campa cavallo che l’erba cresce.  Sinistra democratica  farà un passaggio con il coordinamento comunale e poi si vedrà. Di mezzo c’è  l’approvazione del bilancio di previsione 2009. Tutt’altro che una passeggiata. Da un’analisi superficiale, pare che nessuna delle istanze di SD sia stata accolta.

    Punto e a capo. Il rimpastazzo continua. “

    MpL Comunicazione @ 15:43
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *