• Calendario/Archivio

  • novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
    Le Barca promesse

    Posted on mercoledì 18 aprile 2012

    Il ministro Barca ha quasi superato le visite di Letta e punta a superare il primato di Berlusconi (27 visite). Ma alle visite non seguono fatti, a parte i soliti litigi tra Chiodi (lo sponsor di Properzi) e Cialente (lo sponsor di Cialente).  Ieri ulteriori promesse dal Governo: “I mesi estivi saranno importanti perche’ sara’ in quei mesi che si comincera’ a manifestare con forza l’impatto sulle famiglie, sulle costruzioni, sul territorio, di molte decisioni che abbiamo preso. La prima verifica delle cose che stiamo facendo sara’ nelle prossime settimane, nei prossimi mesi”.  Lo ha detto Fabrizio Barca, ministro per la Coesione territoriale, a Pescara al termine della riunione con la Consulta del Patto per lo sviluppo dell’Abruzzo. “L’accelerazione del piano di ricostruzione dell’Aquila – ha aggiunto – e’ una cosa fondamentale prima di tutto per il segnale ai cittadini per rientrare nelle case ma e’ anche un fattore importante di rilancio dell’economia di questo territorio e dell’Italia. Siamo ancora in una situazione di significativa crisi per cui abbiamo bisogno, a livello di governo centrale e governi locali, che tutte le cose che decidiamo e che facciamo abbiano anche rapidi riscontri”.

    Secondo Barca “risptre risorse etto a molte altre regioni d’Europa, che hanno e si affidano solo a una grossa risorsa, l’Abruzzo mette in campo potenziali molto forti: un settore industriale robusto, con intensita’ di esportazione molto alta, il turismo – che ha possibilita’ di crescere oltre i livelli attuali – e l’agricoltura. Credo che giocare queste tre carte sia l’asset di questa regione”.  “Un’altra peculiarita’ – ha detto il ministro – e’ quella di una regione che avverte di non essere stata presente, in una certa fase del dibattito nazionale, nel ragionamento sulle grandi strategie e sulle grandi scelte e sente il bisogno di far valere le risorse che ha, con le necessita’ che ne vengono, nel ragionamento strategico nazionale”. Il riferimento è all’Alta velocita’ ed ai Corridoi europei.

    Alcune cose possono essere fatteattraverso una accelerazione di fondi che sono gia’ nella disponibilita’ della Regione e in alcuni casi si tratta da parte del governo centrale di sbloccare gli ultimi fondi ancora disponibili, come per il Fas (sono disponibili risorse originariamente destinate ad altro) e noi nelle prossime due settimane libereremo questi fondi. La novita’ vera – ha commentato – sono le idee che vengono mese sul tavolo per queste risorse per cui e’ venuta una forte domanda nei confronti dei servizi per l’inclusione sociale, per la cura per l’infanzia, per la cura degli anziani non autosufficienti e per la scuola. E’ venuta una forte richiesta che riguarda complessivamente L’Aquila che viene percepita dalla regione non solo come un problema ma come una occasione di investimento pubblico, non solo sulla ricostruzione ma anche sulla ricerca e l’innovazione”. “Ragioneremo nei prossimi giorni con il presidente Chiodi perché ci sono alcuni margini finanziari che potrebbero essere utilizzati d’intesa, se la Regione è d’accordo, su alcuni servizi in questo momento fondamentali relativi al sociale”. In particolare, questi servizi essenziali, ha spiegato il ministro, riguardano la scuola, la cura dell’infanzia e quella degli anziani, che non vanno scaricati negli ospedali, ma devono restare in famiglia. “Ci sono dei margini anche in Abruzzo per fare quello che stiamo facendo nel resto del Mezzogiorno – ha concluso Barca -. Nei primi giorni di maggio ne saprete di più”.

    Insomma, diaciamo noi, la solita lunga lista di cose sensate e di promesse. Ma i fatti dove sono?

    MpL Comunicazione @ 11:12
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *