• Calendario/Archivio

  • aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    L’Aquila, economia ferma

    Posted on martedì 24 maggio 2011

    E’ veramente singolare il fatto che nella citt “cantiere d’Europa” si registri un forte incremento delle ore di Cassa Integrazione per il settore edile, in un contesto di stasi dell’economia cittadina. Si riunito oggi il Comitato delle Attivit Produttive, che ha preso atto del totale stallo economico nel territorio del cratere (a proposito, la Zona Franca dov’?). Il Comitato nei mesi scorsi aveva presentato alle Istituzioni un interessante documento programmatico condiviso da tutte le associazioni di categoria e dalle forze sindacali e sociali, che conteneva proposte e soluzioni per agevolare la ripresa delleconomia. “Il Comitato – si legge in una nota – ha espresso unanimemente lormai irrimandabile esigenza di affrontare concretamente i temi e le priorit contenute nel documento presentato, anovembre 2010, allattenzione delle Istituzioni che, peraltro, ne avevano condiviso i contenuti. Il Comitato ribadisce in modo unitario che, a questo punto, non sar pi tollerato a nessuno la mancata assunzione di responsabilit da parte del mondo delle Istituzioni ad una cos pesante situazione che merita ed attende risposte non pi rinviabili”. Questo il documento presentato nel novembre dell’anno scorso al presidente della Regione e commissario alla Ricostruzione, Gianni Chiodi, rimasto totalmente lettera morta:

    COMITATO ATTIVITA PRODUTTIVE PER LO SVILUPPO E LOCCUPAZIONE NELLAREA DEL SISMA

    Al Commissario Straordinario per la Ricostruzione nonch Governatore della Regione Abruzzo, dr. Giovanni Chiodi

    Il Comitato Attivit Produttive, costituito da Camera di Commercio dellAquila, Confindustria LAquila, Ance LAquila, Apindustria-Confapi LAquila, Confcommercio LAquila, Confesercenti LAquila, Confartigianato LAquila, CNA LAquila, Coldiretti LAquila, CIA LAquila, Cidec LAquila, Confcooperative LAquila, Legacoop Abruzzo – ABI LAquila, organizzazioni sindacali dei lavoratori CGIL, CISL, UIL, UGL LAquila,

    RICHIAMATI

    i precedenti documenti del 20 novembre 2009, del 18 dicembre 2009 e dell11 giugno 2010, con i quali sono state ribadite le richieste rappresentate dal predetto Comitato e successivamente portate allattenzione delle Istituzioni nazionali, regionali e locali, nonch dei parlamentari abruzzesi

    RITIENE

    di dover richiamare lattenzione su una serie di iniziative sostenute economicamente con risorse pubbliche che possano rappresentare un concreto sostegno alle imprese, ai lavoratori e alle famiglie residenti nella cosiddetta area del cratere per attraversare e superare questa difficile fase congiunturale acuita dagli effetti del sisma del 6 aprile 2009.

    Questo comitato intende illustrare, in sintesi, un pacchetto di provvedimenti per fornire risposte efficaci ai problemi che si stanno evidenziando e indirizzare le persone, i lavoratori, le imprese e le parti sociali al fine di salvaguardare capacit produttive e professionali, competitivit e sicurezza sociale, tenendo alta lattenzione in attesa del consolidamento della ripresa in atto mentre un adeguato sistema di ammortizzatori sociali, ordinari e in deroga, deve contribuire a contenere gli effetti della crisi sulloccupazione.

    Si fa presente che una premessa fondamentale affinch questo processo possa essere accompagnato e sostenuto da una adeguata azione amministrativa la possibilit per lEnte Regione ed i Comuni dellarea del cratere di usufruire della deroga al Patto di stabilit interno.

    Le proposte di intervento sono articolate secondo il seguente schema:

    1. Misure per la salvaguardia ed il sostegno del sistema produttivo e della competitivit

    Zona Franca Urbana e super de minimis
    Rifinanziamento Tremonti ter
    Istituzione Confidi di Stato
    Rimodulazione credito dimposta
    Consolidamento delle passivit
    Accelerazione interventi per le attivit agricole
    Finanziamento dei Contratti di programma gi presentati e di quelli in via di definizione (comma 3 art. 10 Legge 77/2009)

    2. Misure per la salvaguardia del potere dacquisto e della capacit di spesa delle famiglie e delle imprese

    Regime di tassazione agevolato per imprese e famiglie
    Regime agevolato in materia previdenziale
    Sospensione tributi Equitalia
    Incentivi ai consumi di famiglie e imprese

    3. Misure per loccupazione

    Proroga degli ammortizzatori sociali in deroga
    Rafforzamento CIGO
    Incentivi alle nuove assunzioni
    Politiche attive

    4. Attivit di monitoraggio e pianificazione di medio-lungo periodo degli interventi.

    Descrizione analitica delle singole proposte.

    1. Misure per la salvaguardia ed il sostegno del sistema produttivo e della competitivit

    Zona Franca Urbana. Accelerazione della procedura di autorizzazione della ZFU presso gli organismi nazionali e comunitari competenti. Adozione del maggiorato regime previsto per gli importi di valore limitato e compatibile1 (de minimis), pari ad euro 500 mila, per le attivit economiche avviate nella ZFU in data precedente al 6 aprile 2009.
    Tremonti ter. Proroga al 31 dicembre 2011 per i soli comuni ricadenti nel cratere delle misure di agevolazione previste dal decreto legge 78/2009 (Tremonti ter) che prevede la detassazione al 50% degli investimenti in macchinari.
    Confidi di Stato. Introduzione di misure per la concessione gratuita di garanzie su finanziamenti bancari per le PMI, ex art. 10 comma 1 della L. 24 giugno 2009, n. 77 Agevolazioni per lo sviluppo economico e sociale, al fine di creare una disponibilit di credito per le esigenze di liquidit a breve e medio termine delle piccole e medie imprese operanti nei comuni del cratere.
    Credito dimposta. Rimodulazione della normativa in materia di credito dimposta per lacquisto di beni strumentali anticipando al 2011 i decreti di concessione ex art. articolo 1 comma 284 L. 388/08.
    Consolidamento delle passivit. Potenziamento degli strumenti regionali di supporto ad operazioni di consolidamento 1) delle passivit a breve termine in accordo con Unicredit Mediocredito Centrale ed Associazione Bancaria Italiana (BURA n. 64 1 ottobre 2010) con dotazione finanziaria di 6,4 milioni di euro4 e 2) delle passivit a medio termine (BURA n. 55 28 ottobre 2009). Gli incentivi per il consolidamento a medio e lungo termine delle passivit a breve e medio termine sono finalizzati a favorire il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese aventi sede legale e unit produttive sul territorio del cratere e a facilitare il rapporto con il sistema creditizio e finanziario.
    Accelerazione interventi per le attivit agricole. Accelerazione delliter amministrativo per lattivazione delle misure previste dal Piano di Sviluppo Rurale 2007/2013 (es 1: bando relativo alla misura 1.2.6. destinata al risarcimento dei danni provocati dal sisma sulle aziende agricole non ancora pubblicato; es. 2: asse 4/LEADER la cui graduatoria pronta dal 10 agosto 2010 ma non ancora pubblicata).
    Finanziamento Contratti di programma. Si riporta di seguito il testo del citato comma 3 art. 10 della Legge 77/2009: Con delibera del CIPE una quota delle risorse di cui al Fondo strategico per il Paese a sostegno dell’economia reale, pu essere destinata al finanziamento di accordi di programma gi sottoscritti per l’attuazione degli interventi agevolativi di cui al decreto-legge 1 aprile 1989, n. 120, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 maggio 1989, n. 181, e successive modificazioni, ovvero da sottoscrivere, con priorit per le imprese ammesse alla procedura di amministrazione straordinaria di cui al decreto legislativo 8 luglio 1999, n. 270, ed al decreto-legge 23 dicembre 2003, n. 347, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 febbraio 2004, n. 39, compresi gli eventuali acquirenti delle predette imprese, nei settori dei componenti e prodotti hardware e software per ICT, della farmaceutica, dell’agroalimentare, della chimica e dell’automotive e dell’edilizia sostenibile, nonch ai contratti di programma che alla data di entrata in vigore del presente decreto risultano gi presentati. L’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa e’ incaricata degli interventi di cui al presente comma.

    2. Misure per la salvaguardia del potere dacquisto e della capacit di spesa delle famiglie e delle imprese .
    Recupero dei pagamenti relativi ad imposte dirette, tasse, imposte comunali sugli immobili e sullo smaltimento rifiuti, tasse di circolazione sospesi fino a giugno 2010 non prima di tre anni assoggettato alle stesse modalit previste per le aree colpite dal sisma Umbria-Marche. Il suddetto meccanismo si applica a tutti i cittadini, privati, professionisti, imprese, siano esse in forma di ditta individuale o societ di persone o di capitali, cooperative e consorzi, associazioni con o senza scopo di lucro, enti con o senza personalit giuridica.
    Recupero dei pagamenti relativi ai contributi previdenziali ed assistenziali e ai contributi assicurativi, sia a carico dei titolari che dei dipendenti, senza maturazione di interessi e sanzioni e senza interruzione delle prestazioni da parte degli Enti a favore dei titolari e dei dipendenti a qualsiasi titolo iscritti presso detti Enti, a partire dal 1 gennaio 2012 in centoventi rate mensili nella misura del 100% delle somme dovute. Il suddetto meccanismo si applica a tutti i cittadini, privati, professionisti, imprese, siano esse in forma di ditta individuale o societ di persone o di capitali, cooperative e consorzi, associazioni con o senza scopo di lucro, enti con o senza personalit giuridica.
    Sospensione della riscossione da parte di Equitalia S.p.A. (e di tutti gli organismi di riscossione dei tributi derivanti dai cittadini dei Comuni del cratere) di ogni tributo iscritto a ruolo, a qualsiasi titolo e da parte di qualsiasi Ente, anche anticipatamente al 6 aprile 2009, fino alla data del 31 dicembre 2011, senza maturazione di interessi e sanzioni o azioni da parte di Equitalia S.p.A. per la tutela del credito. Le somme iscritte a ruolo alla data del 31 dicembre 2011, ancorch derivanti da iscrizioni precedenti al 6 aprile 2009, saranno restituite a far data dal 1 gennaio 2012 mediante 180 rate per un importo pari al 100% della sola sorte capitale, con sgravio di interessi e sanzioni ancorch gi maturate alla data del 6 aprile 2009. Detto beneficio si applicher anche ai contribuenti che gi avevano effettuato domanda di rateizzo precedentemente alla data del 6 aprile 2009 ed anche nei casi in cui la stessa sia decaduta per il mancato rispetto delle scadenze o sia stata revocata, i quali potranno di nuovo presentare domanda di rateizzo inserendo i tributi ed i ruoli oggetto di precedenti istanze.
    Rifinanziamento fino al 31 dicembre 2011 del decreto legge 40/2010 del Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno dei consumi e della ripresa produttiva che prevede incentivi ai cittadini e alle imprese sullacquisto di: motocicli, cucine componibili, elettrodomestici, immobili ad alta efficienza energetica, internet veloce per i giovani, rimorchi e semirimorchi, macchine agricole e macchine movimento terra, gru a torre per edilizia, componenti elettrici ed elettronici.

    3. Misure per loccupazione

    Proroga degli ammortizzatori sociali in deroga. Definizione di un piano per il 2011 relativo allutilizzo del residuo di euro 40.000.000 come emerso nellultimo verbale della riunione del C.I.C.A.S. (Comitato di intervento per le crisi aziendali e di settore) del 29 luglio 2010.
    Rafforzamento della CIGO. Raddoppio delle settimane previste (da 52 a 104).
    Incentivi alle nuove assunzioni. Rifinanziamento di progetti atti a contrastare la crisi occupazionale in corso ed incentivare il lavoro nelle fasce di et pi giovani attraverso bonus occupazionali per assunzioni a tempo indeterminato, incentivi all’apprendistato e alla stabilizzazione dei lavoratori flessibili. Il modello di riferimento potrebbe essere il progetto Lavorare in Abruzzo.
    Politiche attive. Istituzione di misure ad hoc per i giovani nellambito dellazione regionale in materia di Politiche attive del lavoro e delle altre iniziative regionali in materia di promozione delloccupabilit e della creazione dimpresa (es: Progetto Crea impresa) e nazionali (es: Italia 2020 Piano di azione per loccupabilit dei giovani attraverso lintegrazione tra apprendimento e lavoro) Piani formativi di singole aziende interessate da provvedimenti di cassa integrazione ordinaria e straordinaria con sedi operative sul territorio del cratere; Piani formativi di grandi imprese interessate da provvedimenti di cassa integrazione ordinaria e straordinaria; Piani formativi di singole aziende interessate da provvedimenti di cassa integrazione in deroga.

    4. Monitoraggio e pianificazione di medio-lungo periodo degli interventi

    Nel corso degli ultimi mesi diverse sono state le azioni di sostegno rivolte allarea colpita dal sisma dellaprile 2009 rivolte sia in termini di compensazione e rivitalizzazione nella fase post terremoto sia in termini di contrasto alla crisi economica. In linea generale, il volume di risorse mobilitate (assegnate, in corso di assegnazione e potenzialmente utilizzabili) non trascurabile.

    tuttavia indispensabile una attivit di monitoraggio sullandamento e lefficacia delle misure gi operative, non solo per evidenti ragioni di trasparenza, ma allo scopo non secondario di perfezionarne lattuazione e fornire indicazioni per una ragionata pianificazione di quelle potenzialmente disponibili.

    Si invita, pertanto, il Commissario per la ricostruzione ad attivarsi con la massima celerit in questo senso preannunciando sin da questo momento la disponibilit del Comitato Attivit produttive ad offrire il proprio puntuale contributo ai fini di tale monitoraggio al fine di rendere le misure adottate sempre pi coerenti con le esigenze delle imprese e della popolazione e corrispondenti alla rapida evoluzione della peculiare fase economia che stiamo attraversando.

    LAquila, 15 novembre 2010

    MpL Comunicazione @ 17:38
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com