• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2019
    L M M G V S D
    « Set    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    L’Aquila, anatra zoppa o anatra arrosto?

    Posted on mercoledì 25 luglio 2018

    Anatra Zoppa

    Dopo Avezzano, è il giorno dell’Aquila. Attesa per oggi la sentenza del Tar sull’anatra zoppa. In realtà ad Avezzano l’anatra zoppa è finita arrostita, perché il Sindaco Gabriele De Angelis ha trovato in Consiglio comunale una ampia maggioranza e nuovi sostegni sul programma di mandato. All’Aquila la storia potrebbe essere diversa. 

    La decisione del TAR dell’Aquila  è attesa per oggi.   Potrebbe anche esserci il colpo di scena:  il procedimento potrebbe essere sospeso, in attesa dell’esito del processo civile parallelo per la querela di falso. Su questa complessa vicenda della querela, che si intreccia intimamente alla questione anatra zoppa:

    https://www.ilcapoluogo.it/2018/05/11/sezione-41-scatta-la-querela-per-falso/

    Torniamo all’anatra zoppa.  Il ricorso del centrosinistra  – presentato contro il Comune dell’Aquila e contro i consiglieri eletti che, nel caso d’accoglimento, perderebbero il seggio – chiede il riconteggio delle schede in 11 seggi elettorali per valutare eventuali “incongruenze e imprecisioni” che sarebbero potute emergere dai verbali elettorali. La richiesta è stata accolta dal Tribunale amministrativo che ha affidato la verifica alla Prefettura dell’Aquila.

    A questa vicenda, però, si è aggiunta come detto quella della querela di falso (vedi articolo sopra).

    Se il TAR deciderà per anatra zoppa –  ovvero verrebbe certificato che il centrosinistra ha superato al primo turno elettorale il 50% + 1 dei voti validi –  Biondi si ritroverebbe Sindaco legittimamente eletto – in quanto vincitore del turno di ballottaggio – ma  con un Consiglio comunale senza più maggioranza.  Si ribalterebbero, per la parte Consiglio comunale, gli esiti del voto del 2017. Biondi ha davanti a sé – in tal caso – due alternative: o cercare una nuova maggioranza in Consiglio comunale oppure  tornare alle urne, dopo un periodo di doloroso commissariamento non prevedibile come durata (potrebbe arrivare a 18 mesi).   Allo stato attuale Biondi non ha mostrato segni di apertura verso possibili accordi per una nuova maggioranza.  Anche oggi il sindaco Biondi ha ribadito ad AbruzzoWeb che rassegnerà le dimissioni qualora gli dovessero mancare i numeri in aula. “Sono fiducioso nella giustizia e sono anche certo che verrà data legittima congruità al voto espresso degli elettori nel giugno dell’anno scorso che è stato chiarissimo”, ha detto. “Se mi dimetto in caso di anatra zoppa? Assolutamente sì”, ha aggiunto, “non sono stato votato per amministrare sotto ricatto o con trasversalismi”. Ma si sa, in politica, mai dire mai…

    Se  invece il ricorso verrà respinto, il primo cittadino resterebbe al suo posto e con lui tutto il centrodestra.

    Stasera sapremo: sarà anatra zoppa o anatra arrosto….

     

    MpL Comunicazione @ 12:18
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *