• Calendario/Archivio

  • dicembre: 2020
    L M M G V S D
    « Nov    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Italiani sprecano meno

    Posted on martedì 27 settembre 2011

    La crisi ha almeno un risvolto positivo, che si vede dalla quantità e dalla qualità dell’immondizia degli italiani. Le famiglie sprecano meno (prima si buttava il 30% della spesa), sono più parsimoniose nei consumi, acquistano generi alimentari con maggiore oculatezza e si servono sempre di più dei discount.  Non si rinuncia invece, per ora, alla pizzeria, alla partita di calcio ed a Sky. Il presidente dell’Istat Enrico Giovannini sostiene che fino alla tempesta  di agosto gli italiani erano rimasti dell’idea che la crisi fosse transitoria, del resto così dicevano Tremonti e Governo e che bastasse in qualche modo stringere un pò la cinghia. Ma Giovannini pensa che ora gli italiani stanno sentendo il morso e che nei prossimi mesi la portata della crisi apparirà nelle dimensioni reali. Per capire come reagiscono gli italiani alla tempesta è il commercio l’elemento chiave.  I dati degli uffici studi delle associazioni segnalano la chiusura di 10 mila piccoli esercizi ogni semestre in Italia, aggiungono che questa cifra è destinata ad aumentare. Ma c’è ancora chi apre un piccolo negozio, o puntando sulla qualità e sul basso costo. Vanno a ruba i locali che servono pasti veloci a costo contenuto.  Per la grande distribuzione, vanno forte pure i supermercati low cost.  Il calo di fiducia sul futuro non ha portato per ora i consumatori a disertare i negozi li ha spinti però a mettere in atto strategie adattive.  Quello che si compra si consuma e le scorte sono ridotte al minimo.  Chi può torna a coltivare il pezzetto di terra, e questo dà un vantaggio a chi vive nei paesi e nei piccoli centri rispetto alle grandi città, dove la vita è sempre più dura.
    Il risparmio si riduce, ma di poco. Ed in pochi comprano le azioni. Tra oscure società di rating e crisi finanziarie, meglio tenersi alla larga. Il mattone, per chi può, resta il migliore investimento. Tutti gli altri arrivano a malapena alla quarta settimana, ed il problema del risparmio proprio non ce l’hanno…

    MpL Comunicazione @ 10:41
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com