• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Set    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
    Insoluto il mistero delle camoscine incinte

    Posted on giovedì 27 luglio 2006

    La notizia è di qualche settimana orsono e veniva dal Parco del Gran Sasso – parco per modo di dire, solo come definizione ed espressione geografica. La notizia era: sono nati 50 piccoli di camoscio, portando la popolazione totale del "parco" a circa 300 esemplari. Grande soddisfazione era stata espressa in un pomposo ed oscuro comunicato dal presidente del cosiddetto parco, Mazzitti, il quale – visto il tono trionfalistico comunicato – deve essersi molto impegnato per la gravidanza delle 50 camoscine;  anzi delle "straordinarie un-gulate", come le ha definite.
    Il comunicato, però, aveva lasciato molti dubbi nei nostri lettori, che avevano chiesto la seguente spiegazione: chi si era impegnato per mettere incinte le camoscine? Inutili i nostri tentativi di saperne di più. Al parco – sempre parco per modo di dire – bocche cucite…Abbiamo parlato con i pastori della zona, i quali hanno riferito notizie strane e contraddittorie. Qualcuno ha detto che le camoscine avrebbero sorriso, nel vedere la foto del presidente su di un giornale. Comunque, le camoscine non hanno confermato né smentito. Resta il mistero: chi ha messo incinte le camoscine?
    MpL Comunicazione @ 02:35
    Filed under: News MpL

    One thought on “Insoluto il mistero delle camoscine incinte”

    1. franco ha detto:

      Visto cosa succede se perdete di vista per un attimo le camoscine? Basta distrarsi un po’ e zac, la frittata e’ fatta. Ed adesso cercate di scoprire chi e’ stato. Analisi del DNA a tutte le camoscine ed il reo saltera’ fuori. ( A mia discolpa posso dire di essere passato per L’Aquila solo a meta’ maggio, pertanto sono escluso dai sospettati ).

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com