• Calendario/Archivio

  • gennaio: 2019
    L M M G V S D
    « Dic    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    INGV su Montereale

    Posted on venerdì 3 settembre 2010

    L’INGV dedica un report alla sismicità dell’area di Montereale. "L’area compresa tra Montereale e Cittareale è inserita nella zona a maggiore pericolosità sismica del nostro paese. Ciò deriva – si legge – dalla sua storia sismica, caratterizzata da importanti terremoti, dalle analisi geodetiche, che individuano l’area in una zona a deformazione attiva, e dalla presenza di importanti strutture sismogenetiche attive.  La storia sismica dell’area è segnata dai due grandi terremoti del 1703. Le due forti scosse del 14 Gennaio e del 2 Febbraio 1703 sono avvenute immediatamente a nord e a sud dell’area interessata dalla sequenza in atto. La grandezza dei due eventi è stata stimata attraverso analisi macrosismiche e indicano una magnitudo pari a 6.8 e 6.7 per gli eventi rispettivamente del 14 Gennaio e del 2 Febbraio, magnitudo sensibilmente maggiori rispetto al terremoto del 6 Aprile 2009. L’evento del 14 Gennaio ha avuto intensità massime pari al XI grado MCS in 4 località mentre l’evento del 2 Febbraio ha raggiunto il X grado in diverse località. Montereale e Cittareale hanno subito danni severi da questi terremoti. In particolare, Cittareale ha avuto un XI grado e Montereale un X grado MCS. Il periodo sismico del 1703 è molto complesso con numerose repliche anche importanti come quella del 16 Gennaio la cui localizzazione è incerta, cioè se essa ricade nell’area del Bacino di Norcia ovvero è spostata verso sud".

    "Pochi chilometri più a nord-ovest rispetto alla sequenza in atto, nel 1639 è avvenuto un terremoto di magnitudo 6.3 che ha colpito la zona di Amatrice – scrive l’INGV – con intensità massime pari al X grado della scala MCS e che ha provocato danni del VII-VIII grado MCS a Montereale. …  Nell’area abruzzese coesistono comunque diversi sistemi di faglie attivi e la cui caratterizzazione è disponibile sul Database of Individual Seismogenic Sources recentemente aggiornato (vedi http://diss.rm.ingv.it/diss/)".
    per consultare il report completo:  http://portale.ingv.it/primo-piano/archivio-primo-piano/notizie-2010/rapporto-sulla-sismicita-tra-montereale-e-cittareale/view

    MpL Comunicazione @ 11:48
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *