• Calendario/Archivio

  • novembre: 2017
    L M M G V S D
    « Ott    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    Info

    Posted on giovedì 23 febbraio 2006

    Dopo alcuni mesi di intenso dibattito e di ampio confronto si è formalmente costituito nel gennaio 2006 il Movimento per L’Aquila (MpL). Il Movimento vuole raccogliere e tradurre in azione una sensazione diffusa: L’Aquila è una città che vive un profondo malessere economico ed insieme un grave deficit  di rappresentanza politica,  ed  e’ drammatica la crisi di idee sul futuro della città e sugli strumenti per realizzarlo. Occorre tornare tutti insieme ad impegnarsi per L’Aquila. Occorre un progetto, ed una forte attenzione alla dimensione concreta delle cose da fare sarà l’elemento caratterizzante la nostra azione. La comunità aquilana si è adagiata per anni nell’aurea medianità,  e l’errore storico della classe politica abruzzese, e dei suoi riferimenti nazionali, è stato quello di non compiere per troppo tempo alcuna scelta, in riferimento a nessuno dei settori critici per lo sviluppo delle aree interne.   Per combattere lo spopolamento, per bloccare la fuga di cervelli, per attrarre nuove imprese e nuovi talenti, per inventare nuove attività, per promuovere veramente il turismo, occorre puntare alla valorizzazione congiunta di risorse ambientali e culturali, di ricerca e innovazione, di pubblica amministrazione e servizi alle attività produttive, di infrastrutture materiali ed immateriali, di strutture assistenziali. Tutto ciò non costituisce una naturale evoluzione di trend spontanei di sviluppo, ma può essere l’esito possibile di politiche coraggiose. La comunità aquilana deve reclamarle ed occorre realizzarle nell’interesse di tutti gli abruzzesi.  Il malessere cittadino deve sfociare in proposta politica,  non deve restare solo analisi accademica o peggio campanilistico piagnisteo.  Il Movimento vuole quindi essere un innesco, un incubatore, un metodo, un processo democratico per elaborare una specifica iniziativa sul capoluogo, coinvolgendo nel confronto un ampio articolato sociale, produttivo e culturale.  

    Il Movimento per L’Aquila  è l’iniziativa spontanea  assunta da cittadini  di ogni colore politico e di ogni estrazione sociale,  desiderosi di un nuovo illuminismo aquilano. Vuole rappresentare una impetuosa domanda di cambiamento insoddisfatta della società civile aquilana.  E’ un nuovo soggetto politico, costituito da liberi cittadini, rivolto a perseguire un fine deliberato ed oggettivo: una nuova stagione di crescita economica e civile dell’Aquila e del suo comprensorio.  E’ un’organizzazione della società civile che sorge nel momento in cui gli aquilani vogliono tornare a contare sulla scena politica regionale, vogliono partecipare con il giusto ruolo alla gestione del potere politico, ed a questo scopo si associano, si dotano di strumenti organizzativi ed agiscono democraticamente.   

    Ma prima di tutto il Movimento è un laboratorio di contenuti ed una fabbrica di progetti per la rinascita aquilana, molti già definiti, che saranno un patrimonio di conoscenza a disposizione della città. Vogliamo partecipare con proposte concrete alla formazione delle decisioni politiche di rilevante impatto per il nostro futuro, essere stimolo  e pungolo per la politica, svolgere una funzione di controllo del potere e di tutela degli interessi aquilani a tutti i livelli.  In una seconda fase, corrispondente alle elezioni amministrative, il Movimento potrà pure organizzare una lista civica,  proporre un candidato Sindaco, competere per partecipare al governo della città.  Sulle priorità programmatiche torneremo più estesamente in successivi interventi. Per ora preme affermare un ultimo punto cruciale: il Movimento non vuole dividere ma vuole unire i migliori talenti, per fare sistema e contribuire al rilancio economico della città che deve progredire insieme al recupero del suo ruolo politico regionale.  E’ tempo dunque di organizzarsi, di decidere del proprio futuro. L’Aquila deve saper guardare avanti ed il futuro deve essere dei nostri figli. Per riappropriarci del nostro domani, dobbiamo mettere a  punto progetti possibili e di grande impatto per lo sviluppo de L’Aquila.   Altre volte, nel corso della storia, la città ha conosciuto periodi di grande difficoltà, ai quali sempre la comunità aquilana ha saputo reagire.  

    Si può fare, dobbiamo farlo.

    Piero Carducci
    Presidente MpL

    Amministratore @ 12:50
    Filed under: