• Calendario/Archivio

  • marzo: 2020
    L M M G V S D
    « Feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
    Il “rimpastrocchio”

    Posted on lunedì 9 giugno 2008

    Giovedì la Federazione di centro potrebbe comunicare, in assenza di fatti sostanziali e nuovi, l’uscita dalla maggioranza. In bilico pure il consigliere dell’IdV Evangelista. Teodoro già nel PdL. Rifondazione in fermento. I Verdi, già usciti dalla maggioranza  in Provincia di Chieti, meditano sul da farsi. 

    Stamane il presidente Del Turco ha presentato la "nuova" giunta regionale, già largamente anticipata nei giorni scorsi. Del Turco è riuscito in un’impresa difficile, come ha osservato ieri Gianni Melilla:  fare un rimpasto che, invece di rafforzare la maggioranza, l’ha ulteriormente indebolita. Non un rimpasto, dunque, ma un pastrocchio, o meglio un "rimpastrocchio".  Tant’è che la maggioranza stessa – in sede di ultimo Consiglio regionale – ha deciso di non procedere ad un voto formale sulla indigesta esposizione da parte di Del Turco del "programma di fine legislatura":  i numeri, infatti, avrebbero potuto riservare bruttissime sorprese ed anticipare largamente il 2010.

    Sulla carta Del Turco conta su 27 consiglieri su 40, ma in realtà si sono registrate importanti defezioni e prese di distanza: Caramanico (ex assessore) e Fabbiani (assessore ruotato nelle deleghe) non sono per niente contenti, anche se continueranno a votare senza alcun entusiasmo e con prevedibili assenze  per la maggioranza. L’Italia dei Valori ha perso un Consigliere, Bruno Evangelista, insultato da Del Turco senza motivo. La Federazione di centro – che conta ben tre consiglieri –  si è riservata di decidere di volta in volta per cosa votare, ed attende il Consiglio di giovedì per vedere se la barca di Del Turco ha cambiato rotta oppure indulge malamente sulle rotte di sempre. Rifondazione comunista è ad un passo dall’uscita, ed i Verdi sono in fermento.  Maurizio Teodoro (ex PD) è di fatto già con l’opposizione. La risultante del "rimpastrocchio" è un Consiglio regionale lacerato, bloccato, evanescente come maggioranza, improduttivo e mal coordinato nei  lavori.

    In vista del Consiglio regionale di giovedì prossimo, sulla strampalata "holding trasporti" proposta dalla Giunta regionale, la Federazione ora deve decidere davvero il da farsi. Da giorni si susseguono le riunioni, ed un vertice si è svolto in mattinata negli uffici di Antonio Verini.  Quanto accaduto negli ultimi consigli regionali ed il pastrocchio del rimpasto sono fatti ritenuti dai tre consiglieri  inqualificabili e senza scusanti, un punto di svolta e forse di non ritorno nei rapporti tra la Federazione e l’inaffidabile maggioranza delturchiana.   La Federazione di centro non ha gradito il volgare attacco da parte di Del Turco che, in sede di ultimo Consiglio, ha definito i consiglieri centristi "transumanti della politica".  "Del Turco è bravo a fare battute ad effetto – è stato il commento a caldo della FdC –  ma è molto meno bravo a risolvere i problemi degli abruzzesi".   Ma la questione è più ampia: il Presidente non ha ritenuto di tenere in alcun conto le indicazioni della Federazione,  nella definizione del programma di fine legislatura.  Ad esempio, Del Turco ha attaccato pesantemente la legge speciale per L’Aquila, che  – ha detto – "mi ricorda i moti del 1971 e le case dei politici a fuoco".   Anche sulle altre questioni poste dalla FdC (riforma Comunità Montane, riforma Enti strumentali, Sanità nelle aree interne, ecc.), Del Turco non ha dato alcuna risposta. "Su un punto il presidente ha rispettato la volontà della FdC: la Federazione non ha chiesto nessun assessorato, e nessun assessorato ha avuto"  – ha osservato ironicamente il Consigliere Angelo Di Paolo. Ed ha aggiunto: "Non siamo transumanti né pecore: abbiamo votato tutti i provvedimenti della giunta, per spirito di servizio, anche quelli impresentabili come il Piano Sanitario Regionale.   Ma non vogliamo seguire Del Turco nel gioco delle battute, un campo nel quale è più bravo di noi. Prendiamo atto del fatto che evidentemente la maggioranza non ha più bisogno delle nostre idee, del nostro impegno e dei nostri voti. Da oggi in poi mani libere: voteremo a favore o contro valutando i provvedimenti esclusivamente nel merito e non per lo spirito di una coalizione ormai evanescente".

    Insomma, per la FdC si avvicina l’ora delle scelte. "Del Turco non risponde alle reali esigenze dell’Abruzzo, non ha concesso alcuna apertura sul programma, ha un atteggiamento arrogante ed intollerabile, non rispetta il Consiglio regionale e non ha dato alla FdC nessuno spazio di azione politica" – ha sibilato un Antonio Verini molto seccato.

    Qualcuno dei consiglieri di Del Turco ha dunque deciso che la Federazione di centro non fa più parte della malandata ciurma che guida, per modo di dire, la Regione.  Ieri, domenica,  si sono rincorse le voci: i tre consiglieri sarebbero già usciti dalla maggioranza. Ma poi abbiamo raggiunto al telefono Antonio Verini che, nel confermare l’acuto malessere della FdC,  ha lasciato uno spiraglio: "Entro pochi giorni attendiamo un’adeguata proposta di cambiamento da parte di Del Turco. Se non arriverà, daremo un’adeguata risposta". Tra pochi giorni, quindi, ma non oggi.  Del Turco almeno per stanotte può dormire tranquillo e potrà presentare domani il suo "rimpastrocchio",  e farci pure contenti del fatto che, per tappare la malagestione della Sanità, pagheremo un bel mutuo trentennale….

    Resta tutto il rebus di una maggioranza che perde pezzi ad ogni stormir di fronde. Del Turco attorno al commissariamento evitato proverà a ricompattare una coalizione politica che oggi ha il profilo dell’Armata Brancaleone.  Ed in assenza di novità sostanziali – e sinceramente non capiamo quali potrebbero essere tali novità –  tra pochi giorni l’imperatore Del Turco avrà un’adeguata risposta. Parola della Federazione di Centro.

    P.S.C.

    MpL Comunicazione @ 12:01
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com