• Calendario/Archivio

  • gennaio: 2020
    L M M G V S D
    « Dic    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    Grazie Trieste

    Posted on martedì 29 marzo 2011

    Obama spende più di 100 milioni di dollari al giorno per la guerra in Libia, ma non ha inviato un dollaro all’Aquila (nonostante i solenni impegni e gli abbracci alla Pezzopane). La città di Trieste invece non fa mancare la sua solidarietà e  dona 250mila euro per il restauro della chiesa di San Pietro da Coppito, una delle piu’ danneggiate dal sisma del 6 aprile 2009. I fondi verranno ora trasferiti alla Direzione regionale dei Beni Culturali, che dispone gia’ di altri finanziamenti destinati al recupero del monumento.

    "Ringrazio il sindaco Di Piazza e il Comune di Trieste – ha dichiarato l’assessore Placidi – che, in un momento non facile per gli enti locali, hanno voluto stanziare una somma cosi’ importante in favore della ricostruzione di uno dei principali monumenti aquilani. La sottoscrizione del documento e’ avvenuta nell’ambito di una cerimonia, che si e’ tenuta nella suggestiva sala di rappresentanza della residenza municipale in piazza Unita’ d’Italia, a testimoniare la grande attenzione che l’amministrazione del capoluogo friulano ha voluto rivolgere alla citta’ dell’Aquila. Attraverso il protocollo – ha proseguito Placidi – e il conseguente trasferimento dei fondi alla Direzione regionale dei Beni culturali, abbiamo raggiunto un risultato significativo, poiche’ andremo a velocizzare i tempi e le procedure, rendendo attuativa l’intesa e di conseguenza spendibile la somma. L’impegno del sindaco Di Piazza e del Comune di Trieste era stato formalizzato subito dopo il sisma, circa due anni fa. Affinche’ i fondi non andassero perduti abbiamo lavorato molto, negli ultimi mesi, per preparare un documento condiviso e per individuare il soggetto cui destinare le somme. In questo momento infatti – ha detto ancora l’assessore Placidi – le nostre azioni devono essere improntate a concretezza e rapidita’, soprattutto per quanto riguarda le donazioni, poiche’ la mancanza di tempestivita’ nella ricognizione delle risorse disponibili e nelle relative risposte amministrative puo’ causare la perdita di tempo e di finanziamenti, e non possiamo permetterci ne’ l’una ne’ l’altra cosa. A questo punto, come per tutte le altre donazioni, come ad esempio quella delle artiste "Amiche per l’Abruzzo" in favore della scuola De Amicis – ha concluso Placidi – procederemo, secondo tempi e modalita’ concordati, alla relativa rendicontazione e ad aggiornare costantemente i soggetti donatori sullo stato dell’arte rispetto a studi preliminari e progetti di recupero".

    MpL Comunicazione @ 15:54
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *