• Calendario/Archivio

  • aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Giunta vera

    Posted on venerdì 2 gennaio 2009

    Oggi partono le "consultazioni" di Cialente. L’obiettivo della verifica politica, che farà perdere un altro mese di tempo,  è quello di consolidare la maggioranza del Sindaco in Consiglio comunale.  Saranno accontentati i piccoli partiti (Socialisti, Udeur, Sinistra democratica, e forse pure l’UDC) e sarà forse riconosciuto un altro assessore all’Italia dei Valori. Per contro, dovrà essere sacrificato il PD, se si vuole mantenere il numero degli assessori in un ambito di decenza.

    Si tratta probabilmente dell’ultima possibilità offerta al Sindaco per costituire una giunta vera, una’mministrazione che governi e riesca ad affrontare i problemi incancreniti dalla lunga inerzia del Sindaco.  La situazione attuale è insostenibile: la liquefazione della maggioranza politica del Sindaco porta alla paralisi del Consiglio ed alla continua mancanza del numero legale. Ciò costringe il Consiglio a riunirsi più volte per l’approvazione di una singola delibera.

    Lo sfilacciamento della maggioranza, del resto,  altro non è  stato  l’esito delle scelte dello stesso Cialente.  Il Sindaco non ha mai voluto rispondere, meglio evitare lo spinoso argomento della "rappresentatività" della  ormai ex-Giunta. Ma in Consiglio comunale questi problemi sono esplosi ed è normale e fisiologico che esplodano.  Perché è il Consiglio l’espressione vera e fedele dei rapporti di forza esistenti in città. Perché è il Consiglio che comanda. Perché il Consiglio ha  avuto  da subito il mal di pancia per le scelte di Cialente. Il nocciolo del problema è tutto qui, e l’ennesima verifica di questi giorni si svolge nel momento più sbagliato, dopo che il Sindaco è uscito ulteriormente indebolito dalle elezioni regionali. Cialente ora è ostaggio dei cespugli e dovrà cedere molto: il risultato sarà probabilmente un pasticcio indigesto. Uno strumento  a troppe corde confuso e  inadeguato per il governo di una città complessa in un Comune sull’orlo del dissesto che ha bisogno di cure da cavallo, e quindi di un indirizzo politico fortissimo.

    Eppure il Sindaco, da politico navigato qual’è,  doveva ben sapere che il Consiglio non avrebbe mai digerito la "sua" giunta.  Il Movimento per L’Aquila aveva avvertito Cialente molti mesi orsono, all’atto del rimpasto Di Cocco-Giangiuliani: "La costituzione materiale aquilana – avevamo scritto in un documento –  si può riassumere in due regole universali della politica, entrambe violate dal Sindaco all’atto della costituzione della Giunta: i più votati hanno il diritto-dovere di governare (anche nei confronti degli elettori); da parte loro se i più votati rinunciano, nell’ambito di una disciplina dell’organizzazione di appartenenza, di governare per altro ruolo, allora sono i più votati stessi insieme al loro partito-movimento a dover indicare chi dovrà fare le loro veci. Due regole banali se volete, ma che assicurano una premessa indispensabile per il funzionamento della costituzione formale: il reciproco riconoscimento ed il reciproco rispetto tra i due poteri fondamentali per il buon governo della comunità, la Giunta  ed il Consiglio.  E quindi  è nello scollamento e nella faglia originaria tra Giunta e Consiglio che va trovata l’origine del male di oggi, e che inevitabilmente si ripeterà domani. Eh sì, il Consiglio comunale, quello che merita attenzione, quello che non deve essere umiliato con le "rose di nomi" o altri stratagemmi. Quello che vota, e come vota. Quello che ha fatto mancare a Tempesta il numero legale decine e decine di volte. Quello che ha mandato a casa il sindaco di Sulmona".

    Parole profetiche. Purtroppo ora la situazione è fortemente compromessa. Cialente gioca l’ultima carta in condizioni di contesto difficilissime, deteriorate per fattori esterni e per sue proprie responsabilità.  Forse è tardi fare ora la giunta, quella vera. Quella che doveva essere fatta due anni fa.

    MpL Comunicazione @ 14:53
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com