• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Set    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
    Giuliante: rimuovere D’Ascanio

    Posted on venerdì 30 settembre 2011

    Troppo potere nella mani di una sola persona. Chiodi lascia fare, ed anzi asseconda il plenipotenziario all’urbanistica, ma la questione D’Ascanio sta per esplodere a livello politico.  L’assessore regionale Gianfranco Giuliante non è il primo a porre la questione, e lo fa partendo da lontano: il caos urbanistico aquilano. «Fra aree bianche e Prusst – dice Giulinate –  ci si troverà a gestire con strumenti in deroga 8 milioni di metri quadrati». E ciò non è possibile, soprattutto si presterebbe ad obliqui “malintesi” a pochi mesi dalle elezioni comunali. Sulle aree bianche Giuliante attacca pure il Comune dell’Aquila «che è latitante»,  poiché non ha ancora elaborato il piano sulle aree a vincolo decaduto costringendo i cittadini a rivolgersi al Tar, che a sua volta nomina commissari ad Acta per normare le aree. «Al comune dell’Aquila va addebitata una latitanza che si riverbera in danno alla città – sottolinea –  Il 16 febbraio 2009 il comune adottò due varianti viarie per normare aree bianche  a beneficio di alcuni cittadini fortunati i quali riuscirono  ad ottenere che aree non normate potessero  essere edificate.  Dunque quando vuole il Comune può fare  Varianti ad personam. Gli altri aquilani, invece, per ottenere lo stesso risultato devono rivolgersi al Tar. Io ritengo che non possiamo rimanere indifferenti».
    Giuliante è intervenuto sull’argomento anche in precedenza, osservando che in seguito all’effetto “cumulo” dei singoli commissariamenti si sarebbe resa necessaria una Valutazione di Impatto strategico (Vas).  «L’Arta in un  parere dell’agosto 2010 concordava sulla necessità di una  valutazione dell’effetto cumulo – ha detto Giuliante – poi improvvisamente ha cambiato idea parlando  di non assoggettabilità a Vas. Ho richiesto una nuova riunione  alla regione Regione alla presenza delle quattro province più l’Arta. Sull’effetto cumulo e la necessità del Vas  c’è anche una direttiva europea. Occorre perciò una circolare per affrontare al problema in maniera complessiva. Se si continua ad operare in maniera estemporanea  sulle aree bianche si avrà l’effetto di  a scompensare gli standard urbanistici». Giuliante ha sottolineato che «sta ritornando in bonis anche la partita vecchia che fa riferimento ai Prusst del 2003 su cui il partito che presiedevo – ha aggiunto – allora fece una battaglia. Noi sostenevamo che la  delibera Prusst servisse solo a fare varianti ad personam. Avevamo ragione visto che solo 2 su 218 sono andati a buon fine. Avevamo anche detto che molte schede Prusst erano riconducibili ad alcuni uffici tecnici. Il dirigente all’Urbanistica della regione  è portatore di interessi come si evince dalle schede Prusst depositate dal suo studio tecnico di riferimento».

    E pertanto: «Va inviato ad altro incarico il dirigente all’Urbanistica della Regione Abruzzo, Francesco D’Ascanio. Solleverò il problema in occasione della prossima riunione di giunta». In capo all’architetto vi sarebbe un evidente conflitto di interessi tra portatore di interessi (visto che alcune schede Prusst farebbero riferimento allo studio tecnico di D’Ascanio) e soggetto decisore. «Se sommiamo i Prusst  alle aree bianche (per cui lo stesso è stato nominato in più procedimenti commissario ad acta dal Tar),  all’Adsu (di cui è stato riconfermato presidente la scorsa settimana), mai nella storia dell’Aquila c’è stata una tale concentrazione su un solo o pochi soggetti a disegnare il quadro urbanistico della città –  dice Giuliante – É un problema che  va affrontato: bisogna elidere i conflitti di interessi».

    MpL Comunicazione @ 19:33
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com