• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    G8, solo G8

    Posted on venerdì 5 giugno 2009

    A duecento metri dalla caserma della Guardia di Finanza le ruspe sbancano la terra senza sosta. Il cartello che delimita l’inizio del cantiere, piantato il 15 di maggio, recita: «Lavori di allargamento sede stradale per collegamento caserma Gdf con l’aeroporto di Preturo». Inizio lavori 15 maggio, fine lavori 25 giugno. Importo: 3 milioni e 96mila euro. I committenti sono la Protezione civile, Evento G-8 e il Comune dell’Aquila. Chiaro l’intento, allargare la sede stradale che collega l’aeroporto con la caserma di Coppito, 1.600 metri in linea d’aria in direzione Est-Ovest, con un tratto già esistente di strada sterrata di circa 600 metri che costeggia il perimetro della caserma.

    L’aeroporto riveste un ruolo strategico di primo piano. È lì che atterreranno gli aerei e gli elicotteri con a bordo i capi di stato e di Governo che in luglio parteciperanno alla sessione del G-8. Il percorso per collegare caserma e aeroporto segue però un tracciato che sfida le leggi della geometria euclidea: un percorso totale di sette chilometri che si sviluppa in direzione nord verso la statale 80, sette chilometri che a un certo punto centrano in pieno una delle zone archeologiche più importanti della regione, il sito di Amiternum, I secolo avanti Cristo, luogo di nascita di Sallustio e, dice la leggenda, di Ponzio Pilato. L’ultimo ritrovamento è di un paio di anni fa, quando un gruppo di archeologi di Berna ha rinvenuto la statua del signore di Amiternum, esposta per parecchi mesi presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio dell’Aquila.

    A pochi giorni dall’inizio dei lavori, in località Madonna del Ponte, S. Vittorino (800 metri dal teatro romano di seimila posti), durante gli scavi vengono rinvenuti i resti di una villa patrizia del I secolo con lastre di marmo e vasellame di ceramica di epoca medievale, segno di presenza umana in epoca relativamente recente. Gli archeologi della Soprintendenza abruzzese hanno avuto due settimane di tempo per censire la villa, il perimetro della quale non è stato possibile riportare alla luce, vista la sua estensione. La soprintendenza ha deciso di ricoprire tutto.

    «Spesso siamo costretti a seppellire le aree archeologiche appena riportate alla luce. I costi di manutenzione del sito sarebbero troppo alti», dice un’archeologa che armata di guanti e pennello lavora sotto un sole feroce. La squadra di sei archeologici, tutti co.co.pro, che si alterna agli scavi utilizza anche un paio di ruspe, forse per accelerare gli scavi. Gli agricoltori del posto sostengono che lungo il percorso di questa stradina sterrata lambita da cespugli di rovi che collega la caserma alla statale 80 in direzione nord (dove si raggiunge la Salaria) transitavano frequentemente le automobili delle Fiamme Gialle di Coppito. Con ogni probabilità per raggiungere più velocemente le regioni confinanti. La statale 80, lato sud, in direzione delle autostrade per Roma, Teramo e Chieti, si guadagna tranquillamente dalla stessa caserma. Difficile capire che cosa c’entri questa lunga diramazione con il collegamento tra la scuola della Guardia di Finanza che ospiterà i lavori del G8 e l’aeroporto di Preturo. Ancora più difficile capire la tempestività con la quale è stata occultata la villa romana appena rinvenuta, una potenziale attrazione turistica cancellata.

    «Noi aspettiamo le case e invece qui si lavora con la massima urgenza per costruire strade», ci dice un agricoltore del posto che se ne va imprecando. La maggioranza degli sfollati vive ancora in tenda e nessuna opera di costruzione di abitazioni temporanee o permanenti è stata avviata. Gli aquilani sono nervosi. E molti di loro si chiedono perché almeno due dei tre milioni stanziati per il collegamento tra la caserma e la statale 80 direzione nord (e non con l’aeroporto, come recita il cartello dei lavori) non siano stati destinati alla ricostruzione.

    Mariano Maugeri (il Sole 24 Ore)

    MpL Comunicazione @ 10:40
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com