• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Set    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
    Frullatore spento

    Posted on mercoledì 30 aprile 2008

    La Regione ha chiuso il frullatore di Cialente. La decisione risiede "nell’incompatibilità della ubicazione dell’impianto mobile così come evidenziato dal consorzio per lo Sviluppo Industriale" e nella "mancata attivazione della procedura di verifica di assoggettabilità".  Appena ieri la Provincia aveva rilasciato un parere – in verità molto poco comprensibile –  secondo il quale, invece,  tale incompatibilità non vi sarebbe. Ma ora la regione ha scritto, probabilmente,  la parola fine  su questa brutta faccenda. Per almeno sei mesi il frullatore resterà spento, almeno a Bazzano.

    Il servizio di pre-trattamento riprenderà ora in località Cerratina, a Lanciano, dove vengono conferiti i rifiuti aquilani. Questa circostanza potrebbe costare ai cittadini aquilani l’ulteriore incremento della Tarsu, già elevatissima a causa della scarsissima percentuale di differenziazione operata dall’amministrazione aquilana.

    Cialente ha rilasciato una bislacca dichiarazione nella quale afferma di ritenere singolare che di tutti gli impianti similari presenti in regione soltanto quello dell’Aquila sia stato chiuso. Evidentemente gli altri impianti sono situati in siti idonei, al contrario del frullatore aquilano.  Cialente si è pure lamentato  di essere stato informato solo poche ore fa della decisone della Regione, firmata il 24 aprile scorso, dalla societa’ che gestisce il servizio. "Non sono stato preventivamente avvertito – ha detto – ed ho chiamato il Prefetto per metterlo al corrente di questa cosa gravissima che e’ accaduta. Se mi avessero avvertito il 24 avrei avuto il tempo di organizzarmi", ha aggiunto a proposito della possibile emergenza che poteva verificarsi. "Non riesco a capire – ha proseguito – come un dirigente regionale di settore possa provocare una situazione cosi’ grave in un Paese che esce dall’emergenza rifiuti".

    Ed infine un’oscura ed incomprensibile minaccia: "Ora dopo gli esposti – ha concluso un Sindaco sempe più incavolato – anch’io voglio capire e ritengo sia molto utile una rilettura della vicenda. Lunedi’ o martedi’ anch’io andro’ a dire qualcosa e lo faro’ nell’interesse di tutti". Ma cosa avrà mai da dire Cialente alla Procura? E se il frullatore non fosse stato chiuso, non avrebbe parlato?  Questa del frullatore sembra sempre più una faida interna al  PD.

    MpL Comunicazione @ 23:59
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com