• Calendario/Archivio

  • marzo: 2021
    L M M G V S D
    « Feb    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
    Finmek disperazione

    Posted on venerdì 13 giugno 2008

    Tornano a scendere in piazza i lavoratori aquilani della Finmek Solutions, ormai ridotti a un centinaio dopo la chiusura della stabilimento e l’accompagnamento alla pensione di altre centinaia di ex colleghi.

    Per questi 100 lavoratori il 31 agosto è l’ultima data: scade l’ultima proroga per il percepimento degli ammortizzatori sociali e, in mancanza di una soluzione industriale, il sito andra’ in liquidazione. La manifestazione si terra’ il prossimo 18 giugno davanti alla sede del Comune e consistera’ in un’assemblea all’aperto.

    Lo hanno annunciato questa mattina i rappresentanti sindacali. "Finora – hanno detto i sindacati – abbiamo solo assistito al festival delle chiacchiere. Se la politica non impegna Finmeccanica la soluzione industriale per il sito aquilano non verra’. Non vorremmo – ha aggiunto – trovarci di fronte ad un copione gia’ scritto". I sindacati scriveranno anche una lettera aperta al sottosegretario Gianni Letta perche’ chiarisca il destino del sito, la cui gestione e’ stata affidata alla societa’ Aquila Sviluppo. "E’ un sito di 52 mila metri quadrati coperti – ha detto Mattuccilli – che nel 2003 con un accordo sottoscritto dal Governo fu affidato a Sviluppo Italia perche’ provvedesse alla reindustrializzazione. Dopo la costituzione di Aquila Sviluppo, invece, si sono sono limitati a gestire il patrimonio immobiliare.

    Ora, con le difficolta’ in cui versa anche Aquila Sviluppo, si rischia che il sito, patrimonio della citta’ dell’Aquila, venga addirittura messo all’asta".

    Insomma alla Finmek nulla è cambiato. Torna quindi ad esplodere la protesta dei lavoratori, dopo le tante promesse disattese.  Un anno fa tutti hanno sentito le promesse fatte ai lavoratori dal Sindaco e dalla Pezzopane  prima delle elezioni politiche e amministrative. La questione non si chiude con gli ammortizzatori sociali ma c’é bisogno di una soluzione industriale, eppure siamo costretti ad ammettere che fin qui ci sono state dette solo baggianate. Tutti ricordiamo il ministro per lo Sviluppo Pierluigi Bersani: disse che a 3 settimane dalla sua visita sarebbe stato pronto il piano industriale.  Sulla Finmek troppa gente ha mentito.  I politici indossando i camici e salendo sui tetti o annunciando in manifesti che la vertenza era risolta hanno fatto un’operazione d’immagine sulla pelle dei lavoratori. Adesso verranno ripagati con la stessa moneta, ma urge trovare una soluzione per i cento senza speranza.

    MpL Comunicazione @ 09:13
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com