• Calendario/Archivio

  • aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    FdC non ci sta

    Posted on mercoledì 25 giugno 2008

    La Federazione di centro non ci sta. Non ci sta al sovvertimento delle regole, all’umiliazione del Consiglio, al golpe istituzionale andato ieri in onda in Regione, all’arroganza di alcuni esponenti della maggioranza che hanno superato ogni limite di correttezza e di rispetto. Veri e propri "pirati della democrazia" imperversano in Consiglio, arroganti e spavaldi, impuniti e prepotenti.

    E’ amaro lo sfogo di Liberato Aceto, che oggi ha tenuto una conferenza stampa su alcuni aspetti dei lavori del brutto Consiglio.  "Sono fuggiti tutti. In Abruzzo nessuno ha interesse per la salute dei cittadini".  Aceto si è riferito al disastro ambientale causato dalla discarica dei rifiuti tossici di Bussi, oggetto di un’importante inchiesta da parte della Magistratura.  "Nessuno ha a cuore – ha continuato Aceto – la prevenzione di patologie che potrebbero essere connesse e causate dal disastro ambientale in Val Pescara con la famosa discarica di Bussi che ha fatto tristemente balzare l’Abruzzo nelle cronache nazionali".

    E’ questa la conferenza triste di Liberato Aceto,  il giorno dopo in cui il Consiglio regionale non ha voluto esaminare la mozione a  firma della Federazione di Centro relativa "all’attivazione di un osservatorio epidemiologico sulla popolazione della Val Pescara".  Ieri, Aceto aveva polemizzato duramente con alcuni consiglieri della maggioranza,  ne era nato anche un violento diverbio.  Oggi Aceto è passato all’attacco:  "Tutti si sono disinteressati ad una questione molto delicata. Per un cittadino abruzzese che ha bevuto acqua presumibilmente inquinata per anni, è un diritto sapere quali siano state o possano essere le conseguenze per la salute. Per la Regione è un dovere appurare la verità e dire la verità, in una vicenda ricca di troppi misteri".

    "Io sto con la maggioranza dei cittadini che vuole chiarezza. Sarà l’elettorato, e presto,  a condannare questo colpevole disinteresse. Ieri sono scappati anche i Verdi che pure hanno fatto la battaglia sulla tematica. E’ scappato il presidente del Turco. Sono scappati gli assessori.  La giunta dice di non avere responsabilità:  allora perché non sono rimasti a discutere ed a vedere cosa fare?".

    "Da decenni in un sito di 40 ettari sono stati accumulati 240 tonnellate di rifiuti tossici che hanno effetti sul sistema nervoso centrale e cancerogeni su reni e fegato. Bisogna valutare se è aumentata l’incidenza di queste patologie e se sì attivare la prevenzione. ‘e’ una popolazione di 500mila abitanti potenzialmente contaminata.  Interessarsi significa tutelare la salute dei cittadini e risparmiare ingenti costi sociali. Se sarà necessario arriveremo a forme clamorose di protesta popolare" – ha concluso Liberato Aceto.

    (nella foto: il Consigliere della Federazione di centro, Liberato Aceto)

    M.O.

    MpL Comunicazione @ 17:46
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com