• Calendario/Archivio

  • luglio: 2020
    L M M G V S D
    « Giu    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    Europa, la solita vecchia musica

    Posted on sabato 30 maggio 2020

    👉Incomprensibile l’entusiasmo a scatola chiusa mostrato dalla TV e stampa governativa sulle annunciate misure europee sul Recovery Fund (ribattezzato Next generation).

    👉Si tratta di una mera proposta della Commissione europea e già sappiamo che il gruppo dei paesi egoisti, capitanati dall’austriaco con posizioni anti-italiane Kurz, non farà passare misure di sostegno che siano prive di forti condizionalità.

    👉Si tratta inoltre di una misura finanziata dal bilancio UE, per cui è del tutto improprio parlare, come si sta ampiamente facendo, di una quota di Recovery Fund a fondo perduto. In realtà la misura sarà finanziata da noi, con nuove tasse su produzione e consumi, e quindi non si comprende a cosa serva l’Europa dato che le tasse potevamo aumentarle da soli.

    👉L’erogazione di questi fondi sarà condizionata all’adozione da parte del Paese che ne farà richiesta delle solite riforme strutturali che, nel gergo UE, sono la riduzione della spesa per pensioni, per lo stato sociale e la riduzione del rapporto debito/PIL. Insomma il solito massacro sociale.

    👉Gentiloni parla di “svolta epocale” ma in realtà Bruxelles suona la solita musica: arriveranno pochi soldi, arriveranno tardi e non prima del 2021, pagati con le nostre tasse, e dovremo spenderli alle condizioni decise dai burocrati europei e dai paesi frugali.

    👉L’annuncio del Governo della pioggia di soldi che starebbe arrivando dall’Europa è purtroppo solo un annuncio e rientra nella ampia categoria dei bazooka di Conte che sparano a salve. E’ solo un contentino, o meglio un diversivo, per evitare di affrontare con gli strumenti giusti la crisi. L’eccezionalità della attuale situazione dovrebbe far prendere in esame provvedimenti eccezionali, sul tipo di quelli applicati da Stati Uniti, Cina, Giappone ed Inghilterra, solo per citare i casi più rilevanti.

    👉👉👉Strumenti eccezionali per un momento eccezionale, tipo “helicopter money” o altri strumenti di “monetizzazione del debito”, già applicati dalle principali banche centrali al mondo. Ricordo che si parla di monetizzazione del debito quando la moneta e le riserve delle banche centrali vengono utilizzati per finanziare il debito pubblico. In altri termini, se si vuole davvero affrontare la crisi con lo strumento adeguato, il prossimo Consiglio europeo dovrebbe trovare un accordo sul finanziamento monetario di una parte rilevante delle spese necessarie da parte della Banca centrale europea. Ma i paesi frugali, o meglio egoisti, non lo vogliono e noi come al solito soccomberemo. Ma quale “svolta epocale”….

    MpL Comunicazione @ 17:31
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com