• Calendario/Archivio

  • febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  
    DS: dossier trasporti per Di Pietro

    Posted on martedì 18 luglio 2006

    proposte per Di Pietro

    La presidente della provincia Pezzopane, l’On.Cialente e il segretario DS Di Stefano hanno realizzato un documento con le loro proposte per l’area appenninica, da sottoporre al Ministro Di Pietro. Lo riportiamo integralmente:
    "Sono considerati interventi strategici quella serie di interventi guida capaci di suscitare azioni concrete tese a raggiungere, in modo coordinato, lo scopo prefissato e dargli la massima efficacia.  Richiamando le parole del Presidente della Regione Del Turco, che ha da sempre condivide questo concetto, la dorsale interna dell’Abruzzo – strada dei parchi, il cui tracciato ricalca la storica via che da Firenze portava a Napoli, è l’opera strategica per eccellenza per l’Abruzzo.
    Questa verità, trova la sua oggettività in tutti i documenti di sviluppo da un ventennio in qua della Regione Abruzzo e trova la sua pianificazione con l’inserimento nel QRR (Quadro di Riferimento Regionale) e nel PTCP (Piano di Coordinamento Provinciale) della Provincia dell’Aquila e da ultimo nella legge obiettivo, sulle opere ritenute strategiche per l’interesse nazionale
    L’arteria in questione ha la sua validità strategica in quanto riconnette varie azioni di sviluppo dell’Abruzzo interno, dai distretti eno-gastronomici dell’ANCE, ai Parchi Nazionali, a quelli regionali e alle aree archeologiche.
    La strada dei parchi è dunque un’ unica dorsale centrale che muove dall’estremo nord della Regione (Montereale – AQ) in raccordo con il valico delle Forche Canapine (area di Norcia), la SS 4 Salaria, fino all’estremo sud con l’area Alto Sangrina per proseguire nell’area Molisana e poi Campana.
    Essa è rappresentata da: SS 260, SS 80 (parte), variante dell’Aquila, SS 17 (piana di Navelli), SS 153 (Bivio Navelli – Bussi), SS 5 (Bivio per Bussi – Bivio per Raiano), SS 17 (Bivio per Raiano – Castel di Sangro e oltre i confini regionali).
    Realizza la sua strategicità entrando in sinergia e mettendo in connessione importanti territori come:
    Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini;
    Il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga;
    Il Parco Regionale Velino-Sirente;
    Il Parco Nazionale della Maiella e Morrone;
    La Riserva Regionale del Monte Genzana;
    Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.
    Tra le aree archeologiche si segnalano la necropoli di Fossa ed il complesso di Peltuinium.
    L’arteria di scorrimento dell’Abruzzo interno poggia anche sul progetto strategico di APE (Appennino Parco d’Europa) perché concretizza lo sviluppo dell’area Appenninica risollevando dall’isolamento e dal pericolo diversi centri abitati dei Comuni minori ridando linfa alle economie locali e invertendo il costante e continuo calo demografico.
    Si sono, nel corso del tempo, già realizzati alcuni interventi ,a cui bisogna dare organicità, come:
    SS 260
    1° lotto (Bivio SS 80 – variante di Pizzoli) anno 1985 per £ 5.000.000.000;
    2° (Pizzoli – Cagnano Amiterno) inaugurato nel 2005 per £ 25.000.000.000;
    finanziato 3° lotto per oltre 15.000.000 di euro
    Redatto il progetto definitivo del 4° lotto fino ai confini regionali;
    Redatto il progetto preliminare del 5° lotto fino al congiungimento con la SS 4 Salaria

    VARIANTE DELL’AQUILA
    1° lotto della (tratta di congiunzione veicolare e decongestionamento della città);
    2° lotto redatto il progetto preliminare.

    SS 17 – PIANA DI NAVELLI
    In corso di realizzazione il 1° lotto (Castelnuovo – Navelli) per 35 milioni di Euro;
    Redatto il progetto esecutivo del 2° lotto fino a L’Aquila.

    SS 17 – SULMONA
    Già realizzata la variante al centro abitato della città di Sulmona.

    In sostanza alle due grandi arterie autostradali A1/E35 e 45 nell’area Romana/Napoletana e A14/E55 nell’area costiera Marchigiana/Abruzzese/Molisana, occorre realizzare una dorsale interna degli Appennini in raccordo con le azioni strategiche di sviluppo delle aree protette e della eco-sostenibilità.
    Proponiamo questo all’attenzione della Regione perché venga segnalata, tra le priorità, al Ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, nella sua prossima visita in Abruzzo".

    Tutto buono e tutto condivisibile, diciamo noi. Ma visto il Dpef del Governo, e la manovra Finanziaria lacrime&sangue che ne seguirà, continuiamo a ripetere: non c’è trippa per gatti, l’Abruzzo non avrà nulla dal governo centrale, anche perché l’Abruzzo, a Roma, non conta nulla.

    MpL Comunicazione @ 04:44
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com