• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Depuratore Pile

    Posted on domenica 11 novembre 2007

    La Cronaca d’Abruzzo

    L’AQUILA- “Come candidata consigliere per la VII circoscrizione  (Santa Barbara, San Sisto, Pile) mi sono sentita in dovere di raccogliere le segnalazioni dei tanti cittadini ricadenti in quest’area circoscrizionale e precisamente gli abitanti della zona di Pile”. Inizia così la nota diffusa ieri da Simona Sacchetti candidata per la lista “Unione per la Circoscrizione con Cialente”, che richiama l’attenzione sui disagi vissuti dai residenti in zona Pile. “Da molto tempo, ormai, – sottolinea la Sacchetti – va avanti l’annosa e penosa questione del famigerato depuratore, argomento sempre molto caro per quelle che sono le campagne elettorali, ma che nessuno risolve facendo in modo di rendere più vivibile e sana la vita dei cittadini abitanti le zone circostanti”.
    La questione del depuratore di Pile, come ricorda la stessa candidata, è stata denunciata dal Difensore Civico della Regione Abruzzo Nicola Sisti lo scorso 30 agosto, ribadendo “che una scarsa ed inefficiente attività depurativa potrebbe essere fonte di contaminazione che va a riflettersi sui delicati equilibri esistenti nell’ecosistema del corpo idrico recettore, sia esso un fiume che un mare, con risvolti negativi sulla ecologia e sulla sanità pubblica”. “Le numerose e più che giustificate sollecitazioni pervenutemi dagli abitanti di Pile – prosegue la Sacchetti – relative alle continue esalazioni maleodoranti provenienti dall’impianto di depurazione, mi inducono a sollecitare gli enti competenti, affinché intervengano con decisione nei confronti della Gran Sasso Acqua S.p.A. per far effettuare gli interventi di ottimizzazione ed adeguamento, previsti nell’ambito dell’accordo di programma quadro (APQ), siglato con il Dipartimento delle Politiche di Sviluppo del Ministero dell’Economia e delle Finanze, per un importo complessivo di euro 1.607.439,17. Tengo a sottolineare il ritardo e l’inerzia nell’esecuzione dei suddetti interventi, previsti dall’accordo, che prevedeva, tra l’altro, anche la realizzazione di un nuovo impianto depurativo a servizio della zona Est del Comune di L’Aquila (Paganica, Onna, Nucleo industriale di Bazzano, San Gregorio, Camarda ed Assergi), per un importo complessivo di Euro 1.812.143,97, l’ottimizzazione e adeguamento dell’impianto di depurazione a Ponte Rasarolo per un importo di euro 1.781.776,30 , oltre che reti fognarie ed adeguamenti delle reti esistenti in tutto il territorio comunale, per un importo complessivo di Euro 2.014.181,91. Considerata la grave situazione relativa all’impianto di depurazione di Pile, – conclude la nota – credo sia giunta l’ora di procedere alla definitiva soluzione del problema, a tutela della salute dei numerosi cittadini residenti nella zona, senza addurre come giustificazione, che sia stato permesso nell’arco degli anni, lo sviluppo edilizio dell’abitato di Pile, e quindi i cittadini stessi, sono e sono stati gli stessi responsabili della loro mala sorte, e quindi delle possibili conseguenze (esalazione maleodoranti ed altro)”.

     

    MpL Comunicazione @ 20:46
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com