• Calendario/Archivio

  • luglio: 2020
    L M M G V S D
    « Giu    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    Buffonata continua

    Posted on venerdì 9 gennaio 2009

    Colpi  di scena a ripetizione nella vicenda D’Alfonso. Personaggi che hanno messo le istituzioni sotto i tacchi delle scarpe e giocano con i cittadini ed i reali problemi…

    La questione D’Alfonso si complica, in un susseguirsi studiato di colpi di scena, mezze verità, palesi bugie, finalizzate solo a confondere, prendere tempo, imbrogliare.  Oggi il medico di famiglia del sindaco D’Alfonso, Giancarlo Perfetto, consigliere comunale PD, che ha avuto il coraggio di firmare il certificato al sindaco ha detto al TG3 che  la patologia di D’Alfonso "non è permanente" e che "si cura". Il medico ha smentito di aver scritto sul certificato "patologia ingravescente e permanente".  "Non so chi ha inventato queste parole – ha detto il medico – e non esiste né ingravescente né permanente".

    Quindi in questa grottesa vicenda della improvvisa malattia del sindaco – che la scorsa settimana sprizzava di salute – abbiamo almeno due verità. Il sindaco dice e scrive che la sua patologia è "permanente". Il medico lo smentisce, e dice che la patologia si cura e che quindi l’impedimento è temporaneo. 

    La differenza tra patologia temporanea e permanente è enorme, come esiti. La legge dice che se il sindaco ha un impedimento permanente si va alle urne (nel caso specifico, a giugno).  Se invece l’impedimento è temporaneo il Consiglio comunale non viene sciolto. Si attende semplicemente la guarigione del sindaco.

    Un vero garbuglio. Uno spettacolo veramente indecente.  Un escamotage farsesco. Una buffonata.

    Ed il Consiglio comunale deve tener conto della posizione del sindaco (che definisce permanente la sua patologia) o dell’intervista del medico (che invece la definisce temporanea)?

    L’ipotesi più plausibile potrebbe essere quella del rinvio della decisione sullo scioglimento da parte del Consiglio comunale, nell’attesa di chiarire la natura e la presunta durata della patologia improvvisa che ha colpito il sindaco. Probabilmente a decidere sarà il ministro Maroni che dovrà a breve pronunciarsi su questa intricata matassa.

    MpL Comunicazione @ 20:38
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com