• Calendario/Archivio

  • gennaio: 2020
    L M M G V S D
    « Dic    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    Confcommercio: qualit!

    Posted on martedì 20 novembre 2007

    Abruzzo Confcommercio torna a chiedere alla Regione di incentivare la “certificazione di qualità” delle aziende abruzzesi, che, secondo l’associazione, “rappresenta un elemento importante per lo sviluppo delle imprese e la tutela degli utenti”. “Circa 2.000 aziende in Abruzzo, oltre 72.000 in Italia, quasi 600.000 nel mondo – scrive la Confcommercio – hanno intrapreso questo cammino. Gli standard della qualità ed il conseguente certificato sono riconosciuti in 160 Paesi del mondo. Da una indagine condotta tempo fa dal Ministero delle ‘Attività Produttive’, sono risultate in vigore ben 17 leggi regionali e 13 “Misure” inserite nella programmazione dei ‘Fondi strutturali’, situate quasi tutte nel Centro-Nord”.

    “La nostra Regione – continua l’organizzazione – è dotata della legge regionale n. 99/ 1999, che evidenzia un interesse per la certificazione del sistema di ‘gestione integrata’, cioè del sistema di gestione che tenga conto contemporaneamente della qualità, dell’ambiente e della sicurezza. Sono previsti contributi in conto capitale per la realizzazione e certificazione di sistemi di qualità aziendali (Uni-En-Iso 9000) e sistemi di gestione ambientali (Uni-En- Iso 14.000). La legge si configura come ‘multisettoriale’ – nota Confcommercio – escludendo, senza alcuna ragione plausibile, il settore del commercio”. “Nel 2000 la Regione Abruzzo – ricorda l’associazione – ha dato attuazione alla citata legge attraverso la ‘Fira’, ma la maggior parte delle richieste è rimasta inevasa per insufficienza dei fondi stanziati”. Secondo Confcommercio, “il fatto che molti progetti, pur inseriti in graduatoria, non siano stati finanziati per carenza di fondi dimostra il particolare interesse delle imprese abruzzesi per la certificazione di qualità. Dal 2002, però – questa la critica dell’ente – la legge non è stata più rifinanziata”. E’ proprio sulla necessità di rifinanziamento della legge regionale 99/1999 che torna dunque ad insistere l’associazione guidata da Ezio Ardizzi, previo l’inserimento nella stessa del settore commercio. “Ci rendiamo conto che le risorse del bilancio regionale sono esigue – conclude l’associazione – ma proprio per questa ragione bisogna fare delle scelte oculate, evitando finanziamenti a pioggia, se si vuol incrementare il ‘Pil’ del nostro territorio”. 

    MpL Comunicazione @ 13:48
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *