• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Cialente su bilancio 2008

    Posted on venerdì 7 marzo 2008

    Riceviamo da Massimo Cialente, Sindaco dell’Aquila e pubblichiamo:

    "Il rispetto degli impegni presi con gli Aquilani. Questo, prima di ogni altra cosa.
    L’approvazione del bilancio di previsione 2008 da parte del Consiglio comunale doveva rappresentare, nelle intenzioni della Giunta e mie, proprio l’aderenza a tale indirizzo primario. Ai cittadini il compito, se vorranno, di giudicare se abbiamo agito in questa direzione. La loro opinione è la più importante, ma credo che alcune riflessioni vanno fatte.
    L’attuale Amministrazione si è trovata di fronte al primo, essenziale documento strategico da essa concepito. I provvedimenti finanziari sui quali abbiamo operato in questi primi mesi di governo, per quanto importanti, hanno riguardato consuntivi e variazioni dello strumento contabile ereditato dal precedente mandato. Ora, con il bilancio di previsione 2008 e pluriennale 2008-2010, è possibile iniziare ad analizzare se e come intendiamo agire in osservanza al programma amministrativo.
    Abbiamo superato questo primo esame con una compattezza granitica della maggioranza. Ventisei i voti favorevoli in Consiglio, praticamente tutti i Consiglieri che sostengono Giunta e Consiglio, i quali hanno anche dato l’esecutività immediata al bilancio. Il che vuol dire poter operare immediatamente con fondi certi e su progetti concreti. A tutti questi Consiglieri va il ringraziamento per il senso di responsabilità e la confortante adesione istituzionale al documento predisposto dalla Giunta, testimoniata tangibilmente con la presenza e il voto in aula fino a tarda notte. Così come analogo ringraziamento va all’assessore alle Finanze, Anna Maria Ximenes, per aver elaborato un bilancio all’insegna dei programmi fattibili e credibili, senza voli pindarici, ma concreto e rispettoso delle possibilità che il Comune ha in questo momento.
    Da qui, a mio avviso, comincia il confronto sull’attuazione del programma di mandato. Avevamo promesso una diminuzione della pressione fiscale e un contenimento della spesa. La prima scende del 7% – e ha ragione l’assessore Ximenes, quando afferma che ci vuole coraggio a rinunciare a un’entrata di un milione di euro, ma avevamo assunto degli obblighi ben precisi con i cittadini – mentre la seconda cala del 5%. Una percentuale comunque nel complesso ben più alta, se ad essa sommiamo la riduzione dei costi della politica, già attuati con il dimezzamento del numero degli assessori e il drastico abbattimento dei componenti dei consigli di amministrazione di società e istituzioni comunali. Dunque, le prime promesse sono state mantenute, attraverso una certosina opera di riduzione dei costi inutili, che non compromettono un programma di opere pubbliche fondato su interventi mirati e possibili, e non comprimono gli investimenti su scuole, welfare e attività sociali, ambiente, cultura, turismo e sviluppo economico, elementi tra i più significativi del programma.
     Il lavoro per conferire concretezza al nostro programma è ancora lungo e faticoso e passa, tra l’altro, per l’azzeramento dei debiti fuori bilancio e la razionalizzazione delle aziende comunali. Ma, con il sostegno della gente e delle forze politiche di maggioranza, e con la collaborazione costruttiva di quelle di opposizione, possiamo raggiungere traguardi ben più ambiziosi, nell’esclusivo interesse dell’Aquila.
    Anche la riorganizzazione della macchina comunale ha un ruolo decisivo in questa operazione. Una recente indagine di “Il Sole 24 Ore” sull’assenteismo nei Comuni ha reso giustizia ai dipendenti del nostro ente, risultati, in fatto di presenze, al secondo posto in Abruzzo – secondo, di poco, solo al Comune di Chieti -, con un percentuale di assenteismo scesa di quasi il 3% tra il 2005 e il 2006, e ampiamente al di sotto della media nazionale. Le cifre diffuse dal maggiore quotidiano economico nazionale, su dati del Ministero dell’Economia, hanno ribaltato quelle emerse qualche mese fa, sulle quali era lecito nutrire più di un dubbio; gli addetti della Municipalità non sono affatto assenteisti, anche se l’esito di cui siamo venuti a conoscenza può essere ancora migliorato. Posso commentare questi risultati con serenità in quanto, in quel periodo, non ero Sindaco, nella consapevolezza che i dipendenti del Comune sono al servizio della città, indipendentemente da quale sia il colore politico dell’amministrazione.
    Nell’ottica di rendere più funzionali e migliori i servizi resi dall’apparato, confermo la massima disponibilità – già resa pubblicamente quale giorno fa – a prestare ascolto alle richieste del personale comunale, essenziale nell’attuare gli indirizzi degli organismi politici e nella conseguente attuazione del programma per L’Aquila".

    Massimo Cialente, Sindaco dell’Aquila

    MpL Comunicazione @ 14:13
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com